mercoledì 30 ottobre 2013

Il Sole scalpita ancora

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA

Attività solare costante : i satelliti orbitanti attorno alla Terra hanno rilevato un brillamento solare di classe X1 dalle macchie solari AR1875 il 28 ottobre alle 02:03 UT.
Questo è il
3 ° X-Flare che si verifica dal 25 ottobre, il che significa che l'attività solare è ancora elevata.
Il NASA
Solar Dynamics Observatory ha registrato il flash nella lunghezza degli UV 
estremi come si può vedere nell'immagine e nel filmato.

SOHO ha registrato una CME (Espulsione di Massa Coronale) che emerge dal luogo dell'esplosione (filmato). Anche se la direzione principale appare lontana dalla direzione della Terra, il CME potrebbe eseguire un colpo di striscio al campo magnetico del nostro pianeta il 30 Ottobre.

UN ALTRO X-FLARE : Consideriamolo un colpo d'addio. Poco prima che le macchie solari del gruppo AR1875 avessero ruotato oltre il bordo occidentale del Sole, il 29 ottobre, hanno scatenato un potente flare solare di classe X2. 

Il NASA Solar Dynamics Observatory ha registrato il flash nell'estremo ultravioletto dell'esplosione.

I raggi X e le radiazioni UV provenienti dal flare hanno ionizzato la parte superiore dell'atmosfera del nostro pianeta. 

Ondate di ionizzazione hanno disturbato la normale propagazione delle onde radio sopra le Americhe e nel Pacifico e potrebbero anche aver causato un blackout delle comunicazioni HF sopra i poli.

Il Solar and Heliospheric Observatory (SOHO) ha registrato una CME che emergeva dal luogo dell'esplosione. Data la posizione della macchia solare, tuttavia, è improbabile che il CME possa raggiungere il nostro pianeta. Gli analisti di NOAA sono occupati a valutare la possibilità di ricevere un colpo di striscio nei giorni a venire.

Intanto Sunspot AR1875 ha lasciato il lato-Terra del Sole ma altre macchie solari attive restano presenti verso il nostro pianeta. Le previsioni stimano una probabilità del 60% di ulteriori brillamenti di classe M e una probabilità del 25% di X-flares durante il 30 ottobre.

martedì 29 ottobre 2013

Interessante applicazione WEB per la ISON !

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
Una spettacolare applicazione WEB per la visualizzazione della cometa ISON !



Tutta da gustare! 

La troverete anche nel link (in alto a destra) che abbiamo attivato nella testata del blog 
pagina : COMETA ISON

Una iniziativa a favore dell'osservatorio e dell'associazione Antares !

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
Ringraziamo, come è doveroso che sia, chi sta prodigando per sostenere la nostra attività.

Nel link allegato all'immagine a fianco troverete il servizio realizzato da FaenzaWEBTV a seguito di una iniziativa che intende valorizzare (finalmente) le nostre attività e l'osservatorio di Monte Romano.

Decisamente, per noi, una piacevole iniziativa che si spera proprio che possa trovare la massima condivisione di vedute senza dover assistere a schieramenti e obiezioni di sorta come spesso, purtroppo capita di dover vedere (... che poi sarebbero anche da comprendere visto e considerato che l'oggetto delle nostre attività è ben lungi dal poter assumere ruoli diversi da ciò che è : Scienza e cultura scientifica!).

Ovviamente noi ne siamo particolarmente felici e onorati ma allo stesso tempo sottolineiamo come sia fondamentale che l'osservatorio e la nostra attività scientifica e culturale abbiano la assoluta necessità di restare ciò che sono ovvero valori universali indipendenti da interessi di parte siano essi politici, industriali o personali (intesi come lucro).


Sicuramente sarebbe già molto gradita una maggiore collaborazione con le realtà amministrative locali e più limitrofe all'osservatorio ma ribadiamo anche come la nostra struttura abbia assunto negli anni una connotazione "romagnola" se non anche regionale e questo ha aumentato la nostra soddisfazione e spronato maggiormente gli sforzi ma di pari passo ha anche generato costi e impegno maggiore pertanto anche il lato economico della nostra passione comincia ad avere esigenze ben diverse per poter mantenere e incrementare il servizio finora offerto.

Non è nostra abitudine "battere cassa" e la nostra storia ne è testimone, tuttavia, adesso che abbiamo dimostrato cosa si può fare anche con risorse minimali e private non sarebbe sgradito poter lavorare con qualche risorsa in più... no?!

Vediamo come proseguirà questa iniziativa e incrociamo le dita... :-D


Intanto l'osservatorio è sempre stato gremito di pubblico e nooi abbiamo provveduto ad organizzarci al meglio delle nostre possibilità... sicuramente esistono margini di miglioramento e molteplici progetti che potrebbero vedere la luce se si reperissero adeguate risorse... ma non vogliamo illuderci e restiamo con i piedi per terra ... anche se continuiamo a guardare verso il cielo! 


venerdì 25 ottobre 2013

Novità sul monitoraggio dei bolidi (fireball) e aggiornamento degli asteroidi pericolosi

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA

News dalla NASA : Ogni notte, una rete di telecamere della NASA (all-sky) scansiona i cieli sopra gli Stati Uniti cercando di monitorare "fireball" meteoritici ovvero quelle meteore/stelle cadenti che sono particolarmente eclatanti e luminose nella loro manifestazione al momento in cui vengono ad impattare sullo scudo naturale della nostra atmosfera.

Un software automatizzato gestito dal Meteoroid Environment Office della NASA calcola immediatamente le loro orbite, velocità, profondità di penetrazione nell'atmosfera terrestre e molte altre caratteristiche. 

Da qualche tempo i risultati giornalieri (!) sono presentati su Spaceweather.com, nostro puntuale riferimento per molte notizie che trovate spesso "ribalzate" su questo blog.

Pertanto vi riportiamo qui sotto un esempio del 23 ottobre 2013, giorno in cui la rete ha riportato ben 28 fireball distinguendo tra questi 15 sporadiche , 10 Orionidi , 2 epsilon Geminidi , una Tauride.







In questo schema del sistema solare interno, tutte le orbite di "fireball" si intersecano in un unico punto ovvero la Terra. Le orbite sono codificati a colori in funzione della velocità, da lento ( rosso) a veloce ( blu) . [ Ingrandisci ] [ film ]

 

Andando a consultare l'archivio delle osservazioni e sovrapponendo i riepiloghi giornalieri si nota con grande evidenza il momento in cui la Terra viene ad attraversare zone orbitali che hanno un maggiore concentrazione di detriti e polveri spaziali, cometari, asteroidali o non catalogati (sporadici). 


AGGIORNAMENTO
DEL CENSIMENTO DEGLI
ASTEROIDI PERICOLOSI PER LA TERRA

Gli asteroidi potenzialmente pericolosi ( PHA ) sono rocce spaziali più grandi di circa 100 metri che possono avvicinarsi alla Terra fino a 0,05 AU . Nessuno dei PHA conosciuti è in rotta di collisione con il nostro pianeta , anche se gli astronomi ne stanno scoprendo di nuovi costantemente.

Alla data del 25 ottobre 2013 risultano 1.435 gli asteroidi potenzialmente pericolosi








Incontri e scoperte recenti di asteroidi
Asteroid Date(UT) Miss Distance Size
2013 UG1 Oct 17 4.5 LD 152 m
2013 UB Oct 19 1.6 LD 20 m
2013 UR1 Oct 21 0.7 LD 13 m
2013 UE1 nov-07 7.4 LD 62 m
2000 DK79 nov-10 49.1 LD 3.0 km
2011 JY1 nov-13 8.2 LD 57 m
2001 AV43 nov-18 3 LD 52 m
2010 CL19 nov-25 37.6 LD 1.3 km
2013 NJ nov-26 2.5 LD 190 m
2011 YD29 Dec 28 6.1 LD 24 m
LD means "Lunar Distance." 1 LD = 384,401 km, the distance between Earth and the Moon. 1 LD also equals 0.00256 AU. MAG is the visual magnitude of the asteroid on the date of closest approach.

Finalmente buone notizie per l'osservatorio!

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
stupendo effetto naturale:
un osservatorio con aureola! :-)
Abbiamo appena ricevuto la notizia dall'avvocato DONATI (Studio Angelucci-Donati di Bologna) che abbiamo incaricato di tutelare gli interessi dell'Osservatorio nell'ambito del ricorso al TAR intentato dalla società Pro Eolico che intendeva installare ben tre torri alte oltre 75 metri sul crinale di Monte Romano nelle immediate vicinanze ed in evidente sfregio della visuale dell'Osservatorio (che di tale fondamentale prerogativa necessita per svolgere la propria attività!) e della panoramica complessiva percepibile dal sito.

Dopo una lunga discussione, la Camera di Consiglio ha infine deciso di respingere la sospensiva. Il Tribunale ha quindi RIGETTATO la richiesta che intendeva annullare le decisioni assunte ed i pareri espressi da Provincia di Ravenna, Regione Emilia Romagna, Soprintendenza dei Beni Culturali e Paesaggistici e Consiglio dei Ministri.
Adesso bisognerà attendere il deposito delle motivazioni di merito che il TAR di solito fissa in tempi medio lunghi.

Nel frattempo aspetteremo di le decisioni del ministero dei beni culturali e paesaggistici che entro il 15/11 dovrebbe stabilire se porre l'ulteriore vincolo proposto (in completa indipendenza ed autonomia) dalla Soprintendenza a tutela del paesaggio e questa volta ANCHE in modo esplicito 
(quanto da noi inaspettato!) dell'osservatorio in quanto citato e quindi indicato come elemento di valorizzazione di Monte Romano e di completa percezione del sito panoramico. 

Questo atto pubblico sarebbe veramente di grande importanza per la futura tranquillità dell'Osservatorio che, tra l'altro, ancora attende risposte in merito alla propria richiesta di tutela contro l'inquinamento luminoso come prevede una legge regionale "per il risparmio energetico e la difesa delle strutture di ricerca, divulgazione e didattica astronomica".

E' inoltre deprecabile che siano state diffuse informazioni tendenziose e non corrispondenti al reale contenuto del provvedimento di tutela con il chiaro intento di fomentare la popolazione locale CONTRO la presenza dell'osservatorio astronomico che però, fino a quando non esisteva la speculazione eolica, era da tutti lodato, apprezzato e sostenuto con orgoglio.

la nebbia "annuvolata"
ai piedi dell'osservatorio!
Poichè la struttura non ha mai pesato sulla comunità locale, anzi ne ha favorite sicuramente alcune specifiche attività (turistiche e di ristorazione senza ombra di dubbio), è auspicabile che la sentenza del TAR riporti al buon senso e al senso civico tutti coloro che ne avevano perso l'orientamento respirando effluvi non troppo sani di speculazione economica a danno della stessa comunità locale (poichè gli impianti non avrebbero reso ciò che si andava dicendo e nessuno avrebbe garantito in merito mentre il costo degli incentivi sarebbe pesato sulle bollette energetiche di tutti).

Che sia finalmente vicina la cessazione definitiva di questa follia devastante?
La nebbia insiste mentre il Sole, imperterrito sale...

Le straordinarie immagini dello spettacolo quotidiano a Monte Romano...

24 Ottobre 2013 :
"... e la nebbia,
 all'improvviso,
 si diradò
squarciandosi
e lasciando colpire l'osservatorio
da fendenti di luce solare! (R.B.)"

Intanto divulghiamo il documento del TAR :





REPUBBLICA ITALIANA
Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Emilia Romagna
(Sezione Seconda)
ha pronunciato la presente
ORDINANZA
sul ricorso numero di registro generale 321 del 2013, integrato da motivi aggiunti, proposto da:


Societa' Pro Eolico S.r.l., rappresentato e difeso dagli avv. Mario Bucello, Simona Viola, Alessandro Martini, con domicilio eletto presso Alessandro Martini in Bologna, via Dè Marchi, 4/2;


contro
Ministero Per i Beni e Le Attivita' Culturali, Soprintendenza Beni Architettonici e Paesaggistici Prov. Ravenna, Ferrara, Forlì Cesena, Rimini, Soprintendenza Beni Archeologici Emilia Romagna, Presidenza del Consiglio dei Ministri, rappresentati e difesi per legge dall'Avvocatura Distr.le Dello Stato, domiciliata in Bologna, via Guido Reni 4; Provincia di Ravenna, rappresentato e difeso dagli avv. Franco Mastragostino, Maria Chiara Lista, con domicilio eletto presso Maria Chiara Lista in Bologna, p.zza Aldrovandi 3; Regione Emilia Romagna, Comune di Brisighella, Unione della Romagna Faentina, Arpa Sez. Prov.Le di Ravenna, Ausl di Ravenna, Ministero della Difesa, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Enac - Ente Nazionale Per L'Aviazione Civile, Enav Spa - Ente Nazionale Assistenza al Volo, Provincia di Forli' - Cesena, Ministero dello Sviluppo Economico, Autorita' Bacini Regionali Romagnoli, Servizio Tecnico di Bacino Fiumi Romagnoli, Consorzio Bonifica della Romagna Occidentale, Provincia di Firenze, Osservatorio di Monteromano, Consiglio dei Ministri; Osservatorio di Monteromano - Gruppo Astrofili Antares, rappresentato e difeso dall'avv. Paolo Donati, con domicilio eletto presso Paolo Donati in Bologna, via Caprarie 7; 
per l'annullamento
previa sospensione dell'efficacia,
del provvedimento della Provincia di Ravenna - Settore Ambiente e Territorio, prot.29753 in data 25.03.2013, avente ad oggetto "Autorizzazione Unica per la installazione di tre aerogeneratori di potenza complessiva da 2,4 Mw denominato Parco Eolico di Monte Romano da realizzare in Comune di Brisighella località Monte Romano;
del provvedimento della Provincia di Ravenna - Settore Ambiente e Territorio prot.n.22463 del 5.03.2013;
nonchè di ogni altro atto presupposto, antecedente, consequenziale e comunque connesso;


Visti il ricorso, i motivi aggiunti e i relativi allegati;
Visti gli atti di costituzione in giudizio di Ministero Per i Beni e Le Attivita' Culturali e di Provincia di Ravenna e di Osservatorio di Monteromano - Gruppo Astrofili Antares e di Soprintendenza Beni Architettonici e Paesaggistici Prov. Ravenna, Ferrara, Forlì Cesena, Rimini e di Soprintendenza Beni Archeologici Emilia Romagna e di Presidenza del Consiglio dei Ministri;
Vista la domanda di sospensione dell'esecuzione del provvedimento impugnato, presentata in via incidentale dalla parte ricorrente;
Visto l'art. 55 cod. proc. amm.;
Visti tutti gli atti della causa;
Relatore nella camera di consiglio del giorno 24 ottobre 2013 il dott. Bruno Lelli e uditi per le parti i difensori come specificato nel verbale;


Considerato che non emergono i presupposti per la tutela cautelare, tenuto conto, del vincolo imposto alla cultura arborea, della conferma da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri del dissenso espresso dalla Sovrintendenza di Ravenna in sede di conferenza dei servizi, della discrezionalità dei giudizi da questa espressi, sia del carattere vincolato del provvedimento della Provincia.
Tenuto conto delle caratteristiche complessive della controversia e del carattere interpretativo della stessa, sussistono ragioni per compensare fra le parti le spese della presente fase cautelare.
P.Q.M.
Il Tribunale Amministrativo Regionale per l'Emilia Romagna (Sezione Seconda)
Rigetta l’istanza cautelare.
Spese compensate.
La presente ordinanza sarà eseguita dall'Amministrazione ed è depositata presso la segreteria del tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti.
Così deciso in Bologna nella camera di consiglio del giorno 24 ottobre 2013 con l'intervento dei magistrati:
Giancarlo Mozzarelli, Presidente
Bruno Lelli, Consigliere, Estensore
Umberto Giovannini, Consigliere






L'ESTENSORE

IL PRESIDENTE












DEPOSITATA IN SEGRETERIA
Il 24/10/2013
IL SEGRETARIO
(Art. 89, co. 3, cod. proc. amm.)




giovedì 24 ottobre 2013

Forte brillamento solare del 24 ottobre

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
FLARE SOLARE : L'attività solare si è innalzata. 

Il 24 ottobre, alle 00:30 UT, la macchia solare AR1877 è esplosa sul lato frontale del Sole ovvero quello orientato verso la Terra, producendo un forte brillamento solare di classe M9. 

Il NASA Solar Dynamics Observatory ha registrato l'esplosione come si può osservare nell'immagine e nel video.:

Un lampo di radiazione UV estrema ha ionizzato l'atmosfera superiore della Terra e ha creato un breve blackout radio HF sul lato soleggiato in quel momento (Pacifico) del pianeta. Il blackout si è rapidamente esaurito. 

Un CME (espulsione di massa coronale) potrebbe essere in rotta verso la Terra, ma si stanno ancora aspettando i dati del coronografo di SOHO per confermare questa possibilità.

Nel frattempo, altre possibili esplosioni sono in vista. I campi magnetici di due grandi macchie solari, AR1875 e AR1877, hanno già mostrato emissioni 'beta-gamma-delta' che anticipano la presenza di energia sufficiente a determinare forti eruzioni. 

Le previsioni del NOAA stimano una probabilità del 40% di flares di classe M e una probabilità del 5% di X-flares durante le 24 ore successive alle eventuali esplosioni.

mercoledì 23 ottobre 2013

COMETA C/2012 X1 ESPLODE

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
La COMETA C/2012 X1 ESPLODE : a quasi 450 milioni di chilometri dalla Terra , la cometa C/2012 X1 ( linear) è (apparentemente) esplosa

Gli astrofili stanno segnalando infatti un aumento di 100 volte nella luminosità della cometa rispetto alle previsioni e l'atmosfera della cometa o " coma " ora assomiglia a quella della 17P/Holmes esplosa nel 2007. Utilizzando un telescopio di 500 mm in New Mexico controllato da remoto, gli osservatori europei (e in particolare italiani) Ernesto Guido, Martino Nicolini e Nick Howes hanno ripreso questa immagine dell'esplosione (sferica) il 21 ottobre :


"La magnitudine prevista della cometa per il 20 ottobre era di circa 14", dice Guido. "Ora è vicina a 8,5." 

E' al di sotto della soglia di visibilità a occhio nudo ma abbastanza luminosa per telescopi amatoriali dotati di macchine fotografiche digitali.

Spinto dalle osservazioni di Guido e degli altri astrofili, il rumeno Massimiliano Teodorescu ha osservato la cometa il 22 ottobre, confermando la sua luminosità e la struttura sferica.



"Sembrava esattamente come la cometa Holmes nel 2007", spiega Teodorescu .

Situata nella costellazione della Chioma di Berenice, la Comet LINEAR X1 sorge a est circa un'ora prima del Sole.


La bassa quota della cometa nel crepuscolo mattutino si presenta come una sfida.


"Non riuscivo a vedere la cometa attraverso l'oculare del telescopio rifrattore da 4,5 pollici", aggiunge Teodorescu, "ma la fotocamera ha rilevato abbastanza facilmente l'oggetto."

L'esplosione non è necessariamente il segnale di una disintegrazione della cometa.


Forse, una vena locale o una caverna satura di ghiaccio esistente nel profondo del nucleo della cometa è stato esposta alla luce del Sole provocando quindi una rapida evaporazione dei ghiacci più fragili potrebbe spiegare l'aumento della chioma rendendo più luminosa del previsto la cometa.

Il monitoraggio nelle notti a venire potrebbe rivelare indizi di quello che è successo... e anche "quando" se perverranno altre osservazioni precedenti..

giovedì 17 ottobre 2013

CHI DORME NON PIGLIA PESCI

Il tuo giudizio : 
3 COMMENTA LA NOTIZIA
BUONGIORNO A TUTTI !!!!
RI-ECCOMI DOPO UNA LEVATACCIA MATTUTINA , IN DIFFERITA DI POCHI MINUTI , CON IL RESOCONTO VISUAL FOTOGRAFICO....
CERTO A LETTO , SI STA BEN BENE , ORA CHE INIZIA A RINFRESCARE.....MA VI ASSICURO CHE LO SPETTACOLO CELESTIALE , VALE IL SACRIFICIO DI QUALCHE ORA DI SONNO....
MA ANDIAMO CON IL TOUR DI OGGI AL MIO TELESCOPIO :
GIOVE : SEMPRE MIRABOLANTE E AFFASCINANTE , CON I 4 SATELLITI PRINCIPALI , UNITI NEL LORO CONSUETO BALLETTO INTORNO AL GIGANTE GASSOSO
M 42 : L'ESTENSIONE "INFINITA" DEI GAS CHE LA COMPONGONO , LA RENDONO MERAVIGLIOSA ANCHE AL MIO PICCOLO TELESCOPIO...
SIRIO ( LA STELLA PIU' LUMINOSA...) , BETELGEUSE ( SUPER GIGANTE ROSSA , SPALLA  DI ORIONE , RIGEL ( GINOCCHIO DI ORIONE....) , SONO TRE DIAMANTI DI DIVERSA FATTURA , CHE ILLUMINANO IL TELESCOPIO CON LE LORO CARATTERISTICHE COLORAZIONI.
LE PLEIADI : GIA' AVVIATE AL DECLINO NOTTURNO , SI PALESANO ANCORA AMMIREVOLI VERSO OVEST A TARDA MATTINA.
ALDEBARAIN : LA BRILLANTE STELLA ALFA DEL TORO , HA SEMPRE IL SUO PERCHE'.
M 1   : LA NEBULOSA DEL GRANCHIO , AL MIO TELESCOPIO , APPARE UNA DEBOLISSIMA SFUMATURA GRIGIASTRA....MA INTANTO...SI SCORGE.
POI OVVIAMENTE L'OCCHIO E' TORNATO SU GIOVE , AMMIRANDO LO SPOSTAMENTO CONTINUO DEI SUOI SATELLITI.....
DI SEGUITO , QUALCHE FOTO DEL TRAMONTO E QUALCHE NOTTURNA , DISTURBATA DAL  ROSSORE CITTADINO.
                                                   
                                                             
                                          la luna sorge...al tramonto
                                          il tramonto
  Panoramica Sirio-orione-toro    




  


                                     


spero di non avervi annoiato con il mio racconto e scusate le imperfezioni fotografiche , in questo blog siamo abituati a ben altro....
ciao a tutti ...
ben alzati Alfredo

martedì 15 ottobre 2013

Immagini della ISON !

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
Non possiamo esimerci dal postare alcune immagini recenti e condividerle con i nostri soci e simpatizzanti lettori del blog ANTARES :

I nostri complimenti per l'immagine animata a fianco eseguita dagli astrofili italiani Riccardo Furgoni, Davide Lodi, Vanni Missora il 13 ottobre 2013 dall'Osservatorio di  S. Benedetto Po, Mantova, Italy.

Veramente una realizzazione interessante e coinvolgente!




Intanto la mattina del 14 Ottobre si è verificata una configurazione molto originale e decisamente accattivante come la potete ammirare in questa stupenda immagine di Martin Gembec dalla Repubblica Ceca (MARTE e REGOLO):


che poi è sicuramente più apprezzabile come qui sotto riportata con l'infilata cometa, Marte, Regolo!


Complimenti anche a Chris Schur da  Payson, AZ
 

giovedì 10 ottobre 2013

Sveglia Astronomica

Il tuo giudizio : 
4 COMMENTA LA NOTIZIA
Questo blog , e' nato come mail , inviata a Matteo e Dilly , i miei "compagni" di osservazioni e non solo , sono stati loro stessi a consigliarmi di pubblicare il racconto ...... e in versione integrale...eccolo :

Cari Amici astrogalattici , di pizze, chiacchiere  confidenze ,colazioni..(prima o poi , Dilly te la porto io , vista la riluttanza alla sveglia dell' "altro"..... )

Alzatomi di buon ora come consuetudine ( verso le 05....) , ma con la segreta speranza di trovare il cielo sereno , mi accorgo , una volta sul balcone , della spettacolare stellata che mi abbracciava , anche con una temperatura gradevole......
il telescopio era gia' pronto dalla sera e in un attimo sono puntato su'???? ma si lui...che tanto mi manca...Giove.

raga'.....non ci crederete , ma al mio umile telescopio, era sensazionale. 4 bande atmosferiche ben visibili, con i poli distinguibili insistendo un attimo all'oculare !!!! fantastico.

Strabiliato, mi dirigo verso M42, gia' verso sud-ovest , ma ancora ben visibile....beh...le 4 stelline del trapezio, con un importante estensione di "nebbiolina", rendevano ammirevole anche Orione.

Non poteva mancare, una sbirciatina alla splendida e scintillante betelgeuse ( ma ci sara' ancora...??? ), dopodiche', all'avanzare delle nuvole, ho puntato Sirio......incredibile, tutta la vista oculare era abbagliata...ma prima che le nuvole dominassero, sono riuscito a tornare su Giove, per una decina di minuti....e indovinate un po'... si stava palesando lei..la macchia rossa, visibile al mio telescopio con oculare da 12... ragazzi bellissimo risveglio... allego qualche foto albeggiante, con il cielo gia' stradominato dalle nuvole il tutto dalla mia finestra...con alberi inclusi ...


ciaooooo




mercoledì 9 ottobre 2013

Prima serata a Lugo, Ultima serata in osservatorio... e tante news!

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
Venerdì 11 ottobre 2013 ore 20.45
Primo appuntamento a Lugo di Serantares !

Se vi è piaciuta l'esperienza in osservatorio e la compagnia dei nostri soci, non potete esimervi dal frequentare le serate SEMPRE GRATUITE (!) presso il Liceo di Lugo ricche e spettacolari con le proiezioni su maxi schermo di immagini, news e conferenze tenute da esperti divulgatori.

Il Dott.Enrico Montanari, Direttore dell'Osservatorio di Monteromano terrà una conferenza per illustrarci gli ultimi aggiornamenti sulla cometa ISON che arriverà nei nostri cieli fra meno di due mesi:

LA COMETA ISON E ALTRE NOTIZIE DAL CIELO

Il Liceo Scientifico Gregorio Ricci Curbastro si trova in Viale degli Orsini 6 a Lugo, nei pressi della stazione ferroviaria.

INOLTRE NON SCORDATE DI PARTECIPARE (METEO PERMETTENDO)

Sabato 12 ottobre 2013
Ultima Apertura Programmata dell'osservatorio:
Stelle & Castagne

Serata conclusiva del ciclo di aperture pubbliche programmate all'Osservatorio di Monteromano. 

Ulteriori aperture o appuntamenti verranno pubblicizzate su questo sito qualora ne sussistano le condizioni.

Vi aspettiamo tutti!


Sole in ripresa : nuove esplosioni

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
M -CLASS SOLAR FLARE : l'attività solare è in ripresa . Un nuovo gruppo di macchie denominato AR1865 è scoppiato questa mattina ( 9 ottobre alle 01:48 UT) , producendo la più forte eruzione solare degli ultimi due mesi . Dal NASA Solar Dynamics Observatory hanno registrato l' eruzione di classe M2.8 : vedasi filmato . La Terra non si trova sulla "linea di fuoco", ma le future eruzioni potrebbero essere interattive con il nostro pianeta non appena la macchia solare girerà verso di noi nei giorni a venire . 



IMPATTO CME con tempesta geomagnetica : un'onda d'urto interplanetaria, forse il bordo esterno di una CME, ha colpito il campo magnetico terrestre l'8 ottobre circa alle 20:15 UT ( 13:15 PDT ) . L'impatto ha scatenato una tempesta geomagnetica (ancora in corsodi classe G1 e aurore luminose intorno al Circolo Polare Artico. Lana Rupp ha fotografato questa splendida immagine (vedi sopra) piena di colore nel cielo di Borgarnes , Islanda , durante le prime ore del 9 ottobre.

La Terra sta attraversando la scia di un CME ovvero una regione nel quale imperversa vento solare ad alta velocità che continua a schiaffeggiare il campo magnetico del nostro pianeta. Le previsioni del NOAA sospettano che una seconda CME potrebbe arrivare verso il 9 ottobre e stimano una probabilità del 65 % di registrare tempeste geomagnetiche polari durante le 24 ore successive . Ad alta latitudine è attiva l'allerta aurore boreali.

martedì 1 ottobre 2013

Eventi astronomici del mese - Ottobre 2013

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA

Questi i principali eventi astronomici del mese di ottobre 2013.
Luna
5 ottobre: Luna nuova (ore 02e36 tempo locale)
Distanza Terra-Luna: 386˙093 km
12 ottobre: primo quarto di Luna (ore 01e05 tempo locale)
Distanza Terra-Luna: 371˙364 km
19 ottobre: Luna piena (ore 01e40 tempo locale)
Distanza Terra-Luna: 380˙461 km
27 ottobre: ultimo quarto di Luna (ore 01e43 tempo locale)
Distanza Terra-Luna: 401˙620 km
Piogge meteoriche
8-9 ottobre: Draconidi
Corpo progenitore: cometa 21P/Giacobini-Zinner. ZHR massimo: 10 meteore/ora.
Illuminazione lunare inesistente, per cui ci sono le condizioni ideali per l’osservazione di queste meteore pocoo luminose.
21 ottobre: Orionidi
Corpo progenitore: cometa di Halley.
Date attive: dal 16 al 27 ottobre. ZHR massimo: 20 meteore/ora.
Illuminazione lunare decisamente fastidiosa, dal momento che la Luna quasi piena staziona tutta la notte nella vicina costellazione del Toro, che sorge poco prima della grande costellazione di Orione.
Pianeti
Mercurio è osservabile con grandissima difficoltà al tramonto del Sole, a causa di un’eclittica molto bassa in direzione ovest-sudovest e nonostante raggiunga la massima elongazione orientale il 9 ottobre (distanza dal Sole di oltre 25 gradi). Nell’ultima decade del mese si avvicina velocemente al Sole e scompare tra le luci del crepuscolo.
Venere è anch’esso visibile al tramonto del Sole in direzione sudovest, sempre molto basso sull’orizzonte nonostante si trovi ad oltre 45 gradi di distanza angolare dalla nostra stella. Con la sua magnitudine superiore a -4,2 risulta comunque facilmente individuabile e il protagonista del cielo all’imbrunire.
La visibilità di Marte è in costante aumento. Per tutto il mese il pianeta è visibile, nelle ore che precedono l’alba, nella costellazione del Leone. Il giorno 15 ottobre è a poco meno di un grado dalla stella alfa della costellazione, Regolo, stella dalla tonalità biancazzurra che contrasta chiaramente con il colore rosso del pianeta.
Giove sorge pochi minuti dopo la mezzanotte ad inizio mese ed è visibile quindi per buona parte della notte verso la fine di ottobre, in prossimità della stella Wasat, stella delta dei Gemelli.
Saturno è ancora osservabile fino a metà del mese, subito dopo il tramonto del Sole, tra ovest e sudovest, seppur con grande difficoltà. Poi scompare tra le luci del crepuscolo.
Urano è in opposizione al Sole il 3 ottobre e risulta osservabile per tutta la notte, sotto la testa occidentale dei Pesci, dove si sposta con lento moto retrogrado (da est verso ovest).
Nettuno è sempre rintracciabile per buona parte della notte tra le stelle Iota e Theta (Ancha) della costellazione dell’Acquario.
Altri fenomeni e configurazioni
1 ottobre: congiunzione Luna-Marte. Il pianeta rosso (magnitudine 1,60) e la Luna (fase calante al 15%) sorgono insieme, verso est, nella seconda parte della notte, seguiti a pochi gradi da Regolo, stella alfa del Leone.
8 ottobre: congiunzione Luna-Venere. La Luna (fase crescente al 16%) e Venere (magnitudine -4,22) tramontano insieme a sudovest. Sono della compagnia anche i pianeti Mercurio e Saturno, però decisamente deboli e vicini all’orizzonte quando il cielo inizia ad imbrunire.
18 ottobre: eclisse parziale di Luna di sola penombra. Alla massima eclisse, il 76% del disco lunare si trova immerso nella zona di penombra della Terra.
26 ottobre: congiunzione Luna-Giove. La Luna (fase calante al 59%) e Giove (magnitudine -2,34) sorgono insieme, tra est e nordest nella costellazione dei Gemelli, e si fanno compagnia fino all’alba.
29 ottobre: congiunzione Luna-Marte. Secondo appuntamento del mese fra il pianeta rosso (magnitudine 1,49) e la Luna (fase calante al 29%) sotto la stella Regolo.
Attività Antares
Venerdì 11 ottobre
Serantares al Liceo Scientifico di Lugo
Seguirà locandina
Sabato 12 ottobre
Serata pubblica Osservatorio Monte Romano
 “Stelle & castagne per tutti”
By Daniela e Angelo

Imponente eruzione solare del 29-30 settembre!

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
Rompendo la quiete nella quale pareva essere immerso da qualche tempo il nostro Sole, in modo spettacolare, un filamento magnetico ha eruttato dall'emisfero nord verso le 21:45 UT del 29 settembre, completando la sua espansione a metà mattina del 30 Settembre.

Il NASA Solar Dynamics Observatory ha registrato l'esplosione come si può osservare in varie animazioni e filmati.

Un altro filmato del Solar Dynamics Observatory ingrandisce per mostrare la rottura del filamento attraverso l'atmosfera del Sole che ha lasciato dietro di sé un "canyon di fuoco." L'incandescente "canyon" ripercorre il canale dove le forze magnetiche mantenevano inarcato il filamento prima dell'esplosione.

Questo evento ha anche scagliato un magnifico CME nello spazio: vedere filmato (Credit: SOHO).



La nuvola di materia che ha lasciato il Sole viaggia alla considerevole velocità di circa 900 km / s (ovvero 2.000 mila miglia all'ora), non è era rivolta direttamente verso la Terra. Tuttavia, la magnetosfera del nostro pianeta potrebbe ricevere un colpo di striscio verso il 02-03 ottobre. Tempeste Geomagnetiche polari e le aurore saranno possibili quando la CME arriverà a destinazione.

Restate sintonizzati per gli aggiornamenti