mercoledì 26 febbraio 2014

Congiunzione di Venere con la Luna, fotografata questa mattina!

Il tuo giudizio : 
2 COMMENTA LA NOTIZIA
Stamattina bella congiunzione tra la Luna e Venere, visibile poco prima dell'alba dall'orizzonte ad est. Vi posto queste belle foto realizzate dalla nostra socia Daniela Ricci Picciloni che me le ha inviate immediatamente!

Brava Daniela!

Ricordo che Venere si trova attualmente a 0,49 UA da noi, circa 73 milioni di km, ed è quindi il pianeta più vicino a noi, dato che Mercurio si trova a circa 103 milioni di km e Marte rimane poco più distante a circa 124 milioni di km da noi.

Le foto sono state scattate a Giovecca, nel comune di Lugo, con una Nikon D40









martedì 25 febbraio 2014

Potente esplosione solare

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
X - FLARE ! Tornando sul lato visibile da Terra, il 25 febbraio alle 00:59 UTC, la macchia solare AR1967 ha scatenato una potente esplosione ovvero un brillamento solare di classe X4.9. Questo è il più intenso brillamento del 2014 registrato finora ed è uno dei più intensi verificatisi durante il ciclo solare corrente.

La sonda Solar Dynamics Observatory della NASA ha registrato il flash estremo ultravioletto :


Anche se questo brillamento è stato impressionante i suoi effetti sono stati mitigati dalla posizione in cui ha avuto luogo l'esplosione ovvero il lato sud-est del Sole, e quindi non di fronte alla posizione della Terra. 

Infatti, la luminosa espulsione di massa coronale ( CME ) che è partita dal Sole poco dopo il flare, sembra destinata a non colpire il nostro pianeta.

Emissioni radio provenienti dalle onde d'urto ai margini del CME suggeriscono una velocità di espansione di circa 2000 km/s. Se una nube in così rapido movimento colpisse la Terra, le conseguenti tempeste geomagnetiche potrebbero essere gravi. Tuttavia, poichè la sua traiettoria è così lontana dalla linea Sole-Terra, la CME assegnerà solo un colpo di striscio nella peggiore delle ipotesi e molto più probabilmente non riuscirà a eseguire nessuna interferenza.

La fonte dell'eruzione è la longeva macchia AR1967 che ora comincia il suo terzo viaggio sul "lato Terra" del Sole. 

Questa regione è stato un produttore molto attivo di esplosioni durante i transiti precedenti e sembra che anche per questa terza volta sarà ben poco diverso. 

Per tradizione, le macchie solari ricevono una nuova numerazione ogni volta che ritornano sul lato Terra, quindi AR1967 avrà presto una nuova designazione.

( Aggiornamento: il nuovo nome di questa macchia solare è AR1990).

venerdì 14 febbraio 2014

Interessantissima conferenza al Liceo di Lugo : Longitudine !

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
Vi ricordiamo che
VENERDI' 14 FEBBRAIO
ORE 20.45
è in programma la
SERANTARES AL LICEO DI LUGO !


Argomento principale l'interessantissima e appassionante conferenza del
Dr. Enrico Montanari

LONGITUDINE !
Da Galileo ad Harrison la storia di una grande conquista

Ciò che appare semplice e scontato ai nostri giorni si rivelerà ai convenuti per ciò che è stato ovvero una vera e propria conquista, avventurosa e sofferta.


Non dimenticate l'appuntamento mensile con l'astronomia e la cultura scientifica!

Il Liceo Scientifico Gregorio Ricci Curbastro si trova in Viale degli Orsini 6 a Lugo, nei pressi della stazione ferroviaria...il viale difronte.
 




GRUPPO ASTROFILI ANTARES
https://www.facebook.com/gruppoastrofili.antares
http://www.gruppoantares.com/antares/
http://www.osservatorioastronomico.info/
http://antaresnotizie.blogspot.com/
http://astroblob.blogspot.com/

Cena con astro-cibo

Il tuo giudizio : 
2 COMMENTA LA NOTIZIA
13-02-14  : in questa bella giornata di sole ,
 dopo tempo , il piccolo gruppo di astromangiatori ( antares )di pizze galattiche e' riuscito a trovarsi in un ristorante della nostra galassia , ai margini dell'universo,con evidente felicita' di tutti i membri .
mentre Diletta si gustava una super pizza gigante rossa......

 uno strano essere alieno , un tulipanis marzianus , faceva la sua apparizione al tavolo dei tre...
 in tavola poi , dopo le astro pizze , arrivava una porzione di materiale proveniente da un espulsione coronale del sole...

con evidente soddisfazione di Matteo , la massa coronale...si palesava gustosa...
al termine della cena "universale" , un caffe' ,innaffiato da una pioggia di neutrini , appariva l'ideale per digerire

 ma gli effetti collaterali si palesarono soltanto dopo qualche minuto.....e la Dilly ne pagava subito le conseguenze....


alla fine e' stata una bella serata ,  ovviamente l'articolo e' condito da astro-ironia , per cogliere lo spirito gogliardico delle nostre serate .
un saluto a tutti
Alfred , Dilly ,Matthew

martedì 11 febbraio 2014

Scatti "rubati" alla nostra Stella

Il tuo giudizio : 
2 COMMENTA LA NOTIZIA

In questi periodi duri, meteorologicamente parlando, per gli appassionati di astrofotografia rimangono due risorse, una mattutina ed una serale, che sovente ci regalano autentica magia. Queste risorse sono L' Alba e il Tramonto, due routine quotidiane che ci accompagnano nelle giornate, un po' uno scandire il nostro tempo.
Apparentemente sempre uguali, invece cosi diverse, affascinanti e suggestive, grazie a giochi di luce talvolta stupefacenti.
Basta una nuvoletta qualsiasi e la nostra stella, albeggiante o tramontante che sia, inizia il suo show fatto di forme, colori ed effetti davvero incredibili.
Bisognerebbe avere sempre la macchina fotografica pronta...
Ed ecco che io e Matteo vogliamo proporvi qualche scatto, "raccolto" da casa o dovunque ci si trovasse in quel momento, per condividere con voi la magia dell'alba e del tramonto.
Perche' sicuro, la nostra stella, il Sole, e' magia.

Un saluto a tutti!

Alfredo e Matteo

alba, Bagnacavallo, foto di Alfredo Lolli


















tramonto, Bagnavallo, foto di Alfredo Lolli


















alba, Faenza, foto di Matteo Reggidori

tramonto, Rontana, foto di Matteo Reggidori






domenica 9 febbraio 2014

Evento..Osservazioni da casa

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
Carissimi, sono qui a raccontare un evento, una cosa straordinaria, che da mesi e mesi e mesi... non accadeva, ecco, cari ragazzi e non, posso raccontare un 40 min. di osservazione al telescopio !!!

Partiamo da una Luna, gia' oltre la meta', bella alta e dominante nel cielo, ebbene: al telescopio, il fascino dei crateri, meta' all'ombra e meta' soleggiati, uniti alla suggestiva vista dei "mari ", ne rendevano l'insieme lunare , davvero fascinoso e cattura sguardi, considerando le buone condizioni, l'immagine appariva anche ferma e senza sbavature alcuna... secondo (ma non per importanza) oggetto visionato, l'amato Giove che in quanto a nitidezza, sfoggiava il meglio con l'oculare da 25, con il 12mm non era nelle serate migliori, tuttavia non si faceva disdegnare, anzi...con i suoi piccoli tutti radunati alla sinistra del "padre"... ho virato poi lo sguardo, inevitabilmente, sulle meravigliose stelle di orione, in primis betelgeuse e rigel, senza trascurare bellatrix.
Seppur disturbata dalla luminosa Luna, anche la grande nebulosa di orione, faceva la sua figura, sfoggiando il suo piccolo trapezio con relativi gas ben visibili. Verso la fine... anzi alla fine, mi sono dedicato alla ricerca della famosissima, ma mai osservata, stella cremisi, nella lince... (lepre?), al di sotto di Orione, secondo le ricerche effettuate da me e Matteo venerdi scorso... ebbene, dopo aver posato lo sguardo su svariate stelle, posso dire che di cremisi ne ho visto solo nella giacca della mia tuta... ahime'... troppo debole per il mio telescopio ? o non l'ho proprio trovata ???... ai posteri l'ardua sentenza, oppure, ora come ora, ho bisogno degli occhialini da piscina anche per il cielo... chissa'. 
Allego delle belle foto di Matteo, proprio relative alla costellazione di Orione ,alla Luna e a Giove.

Un saluto, Alfredo.

sabato 1 febbraio 2014

Eventi astronomici del mese - Febbraio 2014

Il tuo giudizio : 
1 COMMENTA LA NOTIZIA

Questi i principali eventi astronomici del mese di febbraio 2014.
Luna
Dal momento che nel mese di gennaio si sono alternate 5 fasi lunari e che il mese di febbraio conta solo 28 giorni, in questo mese si registrano solamente 3 fasi.
6 febbraio: primo quarto di Luna (ore 20e24 tempo locale)
Distanza Terra-Luna: 386˙986 km
15 febbraio: Luna piena (ore 00e56 tempo locale)
Distanza Terra-Luna: 398˙344 km
22 febbraio: ultimo quarto di Luna (ore 18e19 tempo locale)
Distanza Terra-Luna: 382˙053 km
Piogge meteoriche
Nessuna di particolare rilevanza.
Pianeti
Mercurio è visibile al tramonto, tra ovest e sudovest, la prima settimana del mese, poi scompare tra le luci del crepuscolo. Il 15 febbraio è in congiunzione inferiore con il Sole. Riappare tra le luci dell’alba, dall’altra parte dell’orizzonte, gli ultimi giorni di febbraio dove però l’inclinazione dell’eclittica è sfavorevole e rende difficoltosa la sua osservazione. Meglio aspettare qualche mese (la seconda metà di maggio), quando si presenteranno le migliori condizioni per osservare, al tramonto, questo pianeta che non si allontana mai troppo dalla nostra stella.
Venere si allontana velocemente dal Sole ed è il protagonista incontrastato delle ore che precedono l’alba, verso sudest. Con una magnitudine di -4,6 è praticamente impossibile non notarlo!
Marte è visibile per buona parte della notte nella costellazione della Vergine. A fine mese sorge prima delle 22. A metà febbraio il suo diametro apparente supera i 10 secondi d’arco, per cui è possibile osservare discreti dettagli sulla sua superficie. Quest’anno il pianeta rosso ci offre l’emisfero settentrionale, dal momento che il 15 febbraio corrisponde per Marte al solstizio d’estate.
Giove è visibile per gran parte della notte nel bel mezzo della costellazione dei Gemelli ed offre il meglio di sé nelle prime ore serali quando transita altissimo al meridiano con una magnitudine di -2,6. Sempre spettacolare!
Saturno è visibile nella seconda parte della notte, tra le stelle della Bilancia. A fine mese sorge già pochi minuti dopo la mezzanotte.
Urano è osservabile nelle prime ore serali, sotto la testa occidentale dei Pesci. La sua visibilità va tuttavia riducendosi e a fine mese è quasi impossibile osservarlo nel cielo ancora non troppo scuro del crepuscolo.
Nettuno è inosservabile, dal momento che il 23 febbraio è in congiunzione superiore con il Sole.
Altri fenomeni e configurazioni
1 febbraio: congiunzione Luna-Mercurio. Una sottile falce lunare crescente (5%) avvicina il pianeta più piccolo del Sistema Solare (magnitudine -0,42) al tramonto del Sole, tra ovest e sudovest.
10 febbraio: congiunzione Luna-Giove. Il nostro satellite (fase crescente all’85%) e il gigante del Sistema Solare (magnitudine -2,55) si fanno compagnia per l’intera notte nel bel mezzo della costellazione dei Gemelli.
19 febbraio: congiunzione Luna-Marte. La Luna (fase calante al 77%) e il pianeta rosso (magnitudine -0,22) sorgono insieme 90 minuti prima della mezzanotte e, insieme, aspettano il sorgere del Sole.
22 febbraio: congiunzione Luna-Saturno. La Luna (fase calante al 57%) e il Signore degli Anelli (magnitudine +0,45) sorgono insieme, tra est e sudest, poco dopo la mezzanotte e si fanno compagnia nella costellazione della Bilancia fino alle prime luci dell’aurora.
26 febbraio: spettacolare congiunzione Luna-Venere. Incontro ravvicinato (meno di un grado), verso sudest; poco prima del sorgere del Sole, tra una sottile falce lunare (fase calante al 14%) e il luminosissimo pianeta Venere (magnitudine -4,58).
28 febbraio: congiunzione Luna-Mercurio. Si ripete, a distanza di 27 giorni la congiunzione avvenuta ad inizio mese, questa volta tra est e sudest; poco prima del sorgere del Sole; una impercettibile falce lunare (fase calante al 2%) sorge alcuni gradi ed est di Mercurio (magnitudine 0,98). Difficile da osservare!
Attività Antares
Venerdì 14 febbraio 2014

SerAntares al Liceo Scientifico di Lugo
Seguirà locandina
By Daniela e Angelo