martedì 27 gennaio 2015

Collimazione e foto a monteromano

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
Serata di "lavori" ieri a monte romano.
Con la consueta voglia di fare esperimenti fotografici , con l'attrezzatura mia e di Matteo, ieri sera mi sono recato in osservatorio , nonostante il freddo e la luna , piuttosto invasiva .
Avevo in mente di migliorare le ultime foto delle pleiadi , allungando esposizione e scatti , poi sarei andato a ruota libera , alla ricerca di un oggetto....( paradossale eh )
In prima serata , vengo raggiunto da Enrico , il diretur , giunto in osservatorio con l'intenzione , lodevole , di collimare le ottiche bisognose del telescopio in cupola .
Nel mezzo dei lavori , Enrico , si ricorda della cometa ( Lovejoy C2014 Q2 ) , e mi invita caldamente a puntarla per un occhiata e perché  no, fotografarla...ma il mio occhio non la scorge , cosi , senza esitare , quasi a occhi chiusi , Enrico la punta .
Inizia cosi una veloce sessione fotografica... ( io volevo le Pleiadi ) , nel mentre ci raggiunge Diletta , che si butta in cupola a guardare e fotografare la cometa con Enrico .
Io intanto inizio gli scatti alle pleiadi e in cupola , dopo la cometa , proseguono i lavori di collimazione del telescopio , ma ora c'è l'aiuto della Dilly.
...Per farla breve....a newton collimato , Rigel , la stella beta di Orione , era bellissima e si palesava con la sua compagna nitida e luminosa .
La prova del nove per la buona riuscita della collimazione del cassegrain , era Giove ,  che si stagliava dominante nel cielo freddo e ventilato di ieri ...
Casualmente , giove si presentava con la macchia rossa ben visibile in primo piano e la fine dell'occultazione di io , che pian piano si mostrava quasi venir fuori dal gigante pianeta gassoso .
Ma ecco gli scatti di ieri. In sequenza , le Pleiadi , la cone nebula o ngc 2264 , la cometa lovejoy e Giove .
Buona visione .

60 foto da 1 min  800 iso newton 200-800 Sony a 57
 
60 foto da 1 min  800 iso newton 200-800 Sony a 57
 5 scatti da 20 sec 800 is0 newton 200-800 Sony a 57
Somma di 400 scatti a 0.05 sec , ccd atik telescopio Diemme 50 cm
Somma di 600 scatti a 0.05 sec , ccd atik telescopio Diemme 50 cm
Somma di 400 scatti a 0.05 sec , ccd atik telescopio Diemme 50 cm



Saluti a tutti e grazie ad Enrico e Diletta per il lavoro "sporco" della collimazione
Alfredo

venerdì 23 gennaio 2015

Scatti dalla serata pubblica in osservatorio

Il tuo giudizio : 
5 COMMENTA LA NOTIZIA
La meravigliosa stellata con cometa , di sabato scorso , ha visto me e Matteo impegnati nel piazzale dell'osservatorio  a scattare fotografie . Cosi , mentre gli altri soci intrattenevano in cupola e nella sala panoramica il numeroso pubblico accorso , noi ci siamo dedicati alla fotografia , con i nostri strumenti  e la compagnia vai e vieni , della gente incuriosita dal nostro fare .
Ovviamente la protagonista assoluta della serata è stata la famosissima cometa Lovejoy C2014 Q2 ,  ma abbiamo avuto modo di immortalare altri splendidi oggetti dell'ineguagliabile cielo invernale .
Di seguito vi proponiamo il risultato della nostra passione stellare .

La cometa Lovejoy C2014 Q2 ( somma di 5 scatti al newton 200-800 , reflex Sony a 57 )
La maestosa nebulosa di Orione o M42 ,  più Ngc 1977 ( somma di 46 scatti al newton 200-800 ,reflex Sony a 57 )
Le brillanti Pleiadi , nel toro . ( somma di 30 scatti al newton 200-800 ,reflex Sony a 57 )
L'affascinante nebulosa fiamma o Ngc 2024 con la brillante Alnitak in Orione . ( somma di 28 scatti al newton 200-800 , reflex Sony a 57 )
Le galassie del grande carro M 81-M 82. ( somma di 35 scatti al newton 200-800 ,reflex Sony a 57 )
M1 , resto di supernova nel toro (ccd su rifrattore+riduttore 444mm , 5 foto da 4 min per 3 filtri RGB)

E in fine della nostra carrellata fotografica, ancora la cometa( somma di 50 foto a 1600 iso con obbiettivo 200mm F/4 , allineamento Deep sky stacker .


Saluti a tutti e cieli sereni
Alfredo & Matteo

lunedì 19 gennaio 2015

Splendida serata con cometa Lovejoy all'Osservatorio

Il tuo giudizio : 
1 COMMENTA LA NOTIZIA
Vorrei ringraziare tutti i presenti ieri sera all'Osservatorio di Monteromano, soci e visitatori che sono stati protagonisti di una splendida serata di Astronomia!


Complice un cielo magnifico, abbiamo avuto la possibilità di osservare la cometa Lovejoy 2014 Q2, di ammirare la nebulosa di Orione M42, e di avere una splendida visione del pianeta Giove, veramente notevole dall'oculare del telescopio Diemme.


Che dire bellissima serata, conclusa poi a "porte chiuse" con una sessione fotografica sulla bellissima cometa, che vi allego come ricordo di questa eccezionale apertura straordinaria!

Enrico Montanari



sabato 17 gennaio 2015

Cometa Lovejoy, e non solo, Domenica 18 all'Osservatorio

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
Siete tutti invitati alla magnifica serata di domani sera, Domenica 18 gennaio 2015,
per vedere la Cometa Lovejoy C/2014 Q2,

L'ammasso M45 delle PLEIADI
fotografato dall'osservatorio

che si troverà nelle vicinanze dell'ammasso aperto delle Pleiadi (M45)  
nella costellazione del Toro. 

Dalle ore 19 l'osservatorio metterà  a disposizione dei visitatori i propri strumenti, per osservare questa luminosa cometa che ha raggiunto la magnitudine 3,8, quindi visibile anche occhio nudo! 

Le foto che vedete sono state scattate con il telescopio più "piccolo" dell'osservatorio, il rifrattore da 102 mm di focale 400 mm. 

La chioma della cometa è chiaramente visibile ad occhio nudo, la coda probabilmente sarà percettibile solo con un buon binocolo!

LOVEJOY 2014 Q2
fotografata dall'osservatorio



Oltre alla cometa sarà l'occasione di vedere alcuni tra gli oggetti più belli del cielo, quelli invernali, che non possono essere mostrati durante le serate estive. 

Guarderemo l'ammasso delle Pleadi (vedi foto sopra scattata dall'osservatorio), un gruppo di stelle giovanissime, caratteristiche per il loro colore blu elettrico, avremo la possibilità di vedere una delle nebulose più belle del cielo.

Vedremo anche M42 la nebulosa d'Orione (vedi foto sopra scattata dall'osservatorio), e vedremo anche il fantastico pianeta Giove (foto Alfredo Lolli) che si sta alzando giorno dopo giorno ad est.



Considerato il tempo previsto, sereno e assenza di vento, è una ghiotta occasione per esplorare il cielo di inverno, e scoprire i suoi tesori come mai avete avuto possibilità di vedere!

Vi aspettiamo numerosi!!! (Ingresso offerta libera)

venerdì 16 gennaio 2015

SERATA LAST MINUTE IN OSSERVATORIO! DOMENICA 18 GENNAIO

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
ATTENZIONE !!!

SERATA "LAST MINUTE"
APERTA AL PUBBLICO

IN OSSERVATORIO A MONTEROMANO PROGRAMMATA PER 

DOMENICA 18 GENNAIO (SERA) 
dalle ore 19:00 i soci Antares saranno in osservatorio
 
PER OSSERVARE LA COMETA LOVEJOY !

EVENTUALI AGGIORNAMENTI IN MERITO VERRANNO PUBBLICATI SU QUESTO BLOG !!!



giovedì 15 gennaio 2015

Massima luminosità per la Cometa Lovejoy

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
Questa è una buona settimana per guardare la Cometa Lovejoy che sta raggiungendo la massima luminosità proprio a metà del mese di Gennaio. Gli osservatori affermano che la cometa è ormai splendente come una stella di magnitudine 3,8.  

In altre parole, si tratta di un obiettivo facile per binocoli e anche visibile ad occhio nudo da siti dark-sky cioè senza inquinamento luminoso. Tanto per darvi un'idea aggiornata a Mercoledì sera (ieri), Ehsan Rostamizadeh di Bidkhoun, Iran, ha fotografato il passaggio della cometa sotto alle Pleiadi.

Questa immagine offre agli osservatori appassionati un punto di riferimento molto facile: Se si riescono a vedere le Pleiadi, probabilmente si può vedere anche la cometa.


Lunedì scorso appariva molto evidente con un binocolo 20x60 ed era molto intensa per quanto "batuffolosa" nel suo insieme :-)

Ricordatevi che i colori non si possono percepire ad occhio nudo (la visione resta quindi come un "bianco e nero") e che invece possono essere rilevati eseguendo una foto, anche senza telescopio di inseguimento (20"-30" di posa max) tuttavia in assenza di inseguimento non sarà possibile immortalare la coda.

Comet C/2014 Q2 Lovejoy 14/01/2015 Date: 14 01 2015 UT 22h20m
Gerald Rhemann from: Weienkirchen, Lower Austria
Telescope: ASA H8 f 2.9
Camera: FLI PL 6803
Mount: ASA DDM60
Exposure time: L 3x200 seconds
Un telescopio puntato sulla cometa Lovejoy rivela infatti una coda fantastica, lunga ben oltre 10°. Gli osservatori più continuativi segnalano dinamiche notevoli nell'evoluzione: all'inizio di questo mese, una tempesta magnetica ha causato un "evento di disconnessione" e un "blob" di plasma nella coda della cometa alterando la lunga struttura gassosa. Ogni volta che un colpo di vento solare o una CME colpisce la coda della cometa, accade qualcosa di interessante. Per monitorare gli sviluppi, consultare le classiche finder-maps della Cometa Lovejoy pubblicate da Sky & Telescope. Inoltre anche il Minor Planet Center ha pubblicato le effemeridi per il puntamento più accurato dei telescopi.

martedì 13 gennaio 2015

Spettacolari effetti di luce fotografati il 9 gennaio 2015

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
A volte la natura genera effetti incredibili che solo potendoli ammirare personalmente si possono ritenere possibili. All'alba dello scorso 9 gennaio un fortunato quanto attento osservatore ha potuto scattare questa straordinaria immagine immortalando contemporaneamente una serie di effetti ottici decisamente rari quanto spettacolari.


(Joshua Thomas/NWS Amarillo)
L'immagine non contiene artefatti o elaborazioni ma rappresenta quanto era possibile vedere anche a occhio nudo (seppure potesse risultare un pò meno accentuata la colorazione rispetto all'immagine).

La spiegazione di quanto inquadrato è nell'immagine successiva. Decisamente notevole come immagine, anche il paesaggio contribuisce a creare un'atmosfera da effetti speciali e aggiunge fascino allo straordinario momento.
 
Le spiegazioni di questi stupendi effetti le potete approfondire consultando il sito al quale già in passato abbiamo fatto riferimento e del quale trovate il link su antaresnotizie oppure cliccando qui :

http://www.atoptics.co.uk/

Contiene un'enorme quantità di informazioni e di esempi di quanto sia possibile cogliere nelle più svariate e diverse condizioni effetti ottici e particolarità degne di essere documentate e conosciute anche per non alimentare ipotesi poco scientifiche che continuano a imperversare nonostante si possa ritenere di vivere in una civiltà moderna. Gustatevi l'immagine e allertate i vostri sensi alla ricerca di queste particolarità delle quali molte possono essere colte anche alle nostre latitudini, a seconda delle occasioni e delle condizioni meteo.

venerdì 9 gennaio 2015

La cometa perde la coda?

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
lovejoy 08-01-2015 (c)Joseph Brimacombe
Taken with an 10.6-cm FSQ and STL-11000 from New Mexico Skies.
A single 30 min exposure.
LOVEJOY COMETA : ovviamente è una battuta! Le ultime immagini che stanno apparendo sul web e che risultano tra le più recenti scattate dagli osservatori sparsi per il globo mostrano un'apparente frattura nella coda della cometa. Si tratta di un classico distacco della coda di ioni a causa dell'interferenza tra il suo (debole) campo magnetico con quello del Sole.

Non ci sono pericoli di perdere lo spettacolare drappeggio posteriore dato che, ricordiamo, il materiale della coda è già di fatto staccato dalla cometa stessa. Ci penseranno nuove eruzioni di materiale dal nucleo cometario a  ripristinare quanto prima  l'appariscente strascico.


Meteorite esplode sopra Bucarest

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA

METEORITE ESPLODE NELLA NOTTE del 07 gennaio : Le agenzie di stampa e la rete stanno diffondendo in queste ore la notizia ed i video che ancora una volta documentano ciò che in passato era impensabile credere di poter registrare. Un meteorite che si disintegra in atmosfera dopo aver prodotto un bagliore imponente nella notte. 

Ecco i video che abbiamo rintracciato in attesa di avere altre informazioni più particolareggiate.



( compilation di video ) (video singolo)

Inaspettata e potente esplosione solare

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
http://spaceweathergallery.com/indiv_upload.php?upload_id=106443&PHPSESSID=mst7k0pme5eii2fp978udllns7
Una potente ed inattesa esplosione solare ha scatenato una tempesta geomagnetica di notevoli proporzioni. Classificata G3, la tempesta geomagnetica è scoppiata durante le prime ore del 7 gennaio, scatenando aurore luminose intorno ai poli della Terra.  

Ruslan Akhmetsafin ha realizzato questa immagine da Ajchal, Russia che dimostra in modo evidente l'intensità del fenomeno "tradotto" in aurora boreale.

Che cosa è successo? Il campo magnetico interplanetario (IMF) in prossimità del nostro pianeta ha lasciato uno spazio aperto nella magnetosfera terrestre. 

Il Vento solare si è quindi riversato ad alimentare la più forte tempesta magnetica registrata dal settembre 2014.  

Gli analisti NOAA ritengono che la fluttuazione dell'FMI sia legata all'arrivo di un CME che potrebbe colpire la Terra.

Taken by Ruslan Akhmetsafin on January 7, 2015 @ Russia, Aykhal

mercoledì 7 gennaio 2015

Brillante e splendida la cometa Lovejoy!

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
BRILLANTE E SPLENDIDA COMETA: La Cometa Lovejoy (C / 2014 Q2) continua a aumentare di luminosità e ora può essere vista ad occhio nudo anche da zone urbane aventi inquinamento luminoso. Il giornalista scientifico ed esperto astrofilo Mariano Ribas riporta dal Planetario di Buenos Aires: "Ieri sera, ho potuto vedere la cometa Lovejoy con i miei occhi senza aiuto di strumenti nel cielo di Buenos Aires. Appena percettibile e usando la visione distolta... Ma l'ho vista!"

"Confrontando la cometa con stelle
di fondo vicine, ho stimato la magnitudine visuale della cometa essere circa 4,2", continua a spiegare. "La cometa era molto luminosa con il mio binocolo 10x50. Inoltre, ho potuto vedere un accenno di coda. L'atmosfera della cometa (o 'chioma') sembra chiaramente grigio / verde, e sembra più intensa di una settimana fa."

Ciò che è solo piacevole ad occhio nudo si trasforma in qualcosa di meraviglioso osserbvando al fuoco di un telescopio di medie dimensioni. Gerald Rhemann ha ripreso questa immagine con uno strumento da 12 pollici utilizzandolo a distanza (controllo remoto) sfruttando la Farm Tivoli, in Namibia.


Il blu coda della cometa è così lungo che solo 1/3 si inquadra nell'immagine. Il tutto si estende per ben oltre 7 milioni di km.

Il 7 gennaio, la Cometa Lovejoy sarà al suo massimo avvicinamento alla Terra: 0.47 unità astronomiche (70.000.000 km) di distanza. Sebbene la cometa si stia allontanando da noi, per il resto del mese continuerà a crescere di luminosità perché è ancora in movimento verso il Sole.

"Certamente il meglio deve ancora venire!" afferma Ribas.

Questa settimana, gli osservatori possono trovare la Cometa Lovejoy passando dalla costellazione di Orione verso il Toro.  


VENERDI' 9 gennaio saremo al Liceo di Lugo per il solito appuntamento astronomico e meteorologico e magari potrebbe essere possibile curiosare ?! Chissà se il meteo sarà favorevole...

domenica 4 gennaio 2015

La Luna piena dei LUPI

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
WOLF MOON : C'è Luna piena stasera e secondo il folclore ha un nome speciale ovvero la Luna piena del Lupo

Compiendo un arco molto alto nel cielo invernale, il globo luminoso trasforma la notte offrendo un'illuminazione a pieno giorno e spesso brilla attraverso gelide nuvole "congelate" ovvero ricche di cristalli di ghiaccio generando pertanto la produzione di aloni di ghiaccio spettacolari, facilmente fotografabili e degni di essere inseriti in panorami invernali. 

L'effetto è decisamente suggestivo.

Vai fuori a dare un'occhiata e cerca di non ululare :-)



Tommy Richardsen on January 3, 2015
@ Nordreisa, Troms, Northern Norway
Dalle gallerie di Spaceweather.com abbiamo scelto questa immagine a titolo di esempio degli aloni ma ce ne sono di molto spettacolari e sicuramente qualche bravo e temerario fotografo riuscirà anche stanotte (da qualche parte nel mondo) a cogliere uno scenario degno di un poster.


L'osservatorio illuminato dalla LUNA
 (notare ombra del palo meteorologico)
immagine ripresa nell'infrarosso
Noi intanto, per non essere da meno, nel nostro piccolo e in modo meno temerario documentiamo la serata usando le webcam dell'osservatorio che riescono comunque a percepire nettamente ciò che sta avvenendo questa sera !


Eccovi infatti (a sinistra) l'immagine nell'infrarosso appena registrata che vi mostra una netta ombra "lunare" (che poi vedrete muoversi nella notte se seguirete le immagini della webcam!) proiettata dal palo che ospita la stazione meteorologica e le webcam del sito osservativo. Questa immagine la vedete nitida ma in bianco e nero.
Osservatorio immerso nella luce Lunare !


Quindi per essere più fedeli a ciò che si può cogliere a occhio nudo ma subendo i limiti del sensore "diurno" della webcam ecco a seguire il fotogramma registrato in luce visibile ma sempre "lunare" :-)

Notevole no?!

E il panorama verso la pianura? Eccolo!!!


Imponente buco coronale sul nostro Sole!

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
Linee curve tracciano campo magnetico del sole
Imponente buco coronale : Un consistente buco coronale si è aperto nell'atmosfera del nostro Sole sopra il polo sud e sta emettendo forte vento solare nello spazio. Il 'buco coronale' è di colore viola-scuro in questa immagine ultravioletta ripresa dal Solar Dynamics Observatory della NASA.

I buchi coronali sono luoghi in cui il campo magnetico del Sole si apre e permette al vento solare di fuggire. Il flusso di vento solare che scorre da questa particolare "apertura" dovrebbe raggiungere l'orbita terrestre verso il 4-5 gennaio. La maggior parte del flusso scorrerà a sud del nostro pianeta. Tuttavia, non tutto verrà evitato. I Meteorologi NOAA stimano una probabilità del 40% di registrare tempeste geomagnetiche polari, quando il vento solare arriverà nelle prossime 48 ore. 

l'enorme buco coronale è evidente sul polo sud solare

sabato 3 gennaio 2015

Primo appuntamento del 2015 : al Liceo di Lugo ! Da non perdere

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
Cominciate ad organizzarvi per il primo incontro al Liceo di Lugo del 2015. 

VENERDI' 9 GENNAIO - ORE 20.45
SERATA APERTA AL PUBBLICO


Dopo il piacevole "Numero Zero" di dicembre che ha visto il piacevole e interessante ingresso di Pierluigi Randi dello Staff di Meteoromagna.com tra i relatori quale curatore della sezione dedicata alla METEOROLOGIA non solo sotto l'aspetto previsionale ma anche didattico e divulgativo, si parte con nuovo rinnovato stimolo.

Tutti gli appassionati di meteorologia sono quindi caldamente invitati a partecipare!

Gli incontri del 2015 non avranno argomenti specifici ma saranno occasione di approfondimenti legati all'attualità astronomica e/o meteorologica anche se non mancheranno interventi mirati ad approfondire anche aspetti ed esperienze dell'attività del gruppo o argomenti particolari da stabilire magari durante gli stessi incontri mensili.

Astronomia, Astronautica, Meteorologia... lo spettacolo della scienza abbinato alla sfida tecnologica, vissuto a livello internazionale e calato anche in ambito locale, nel nostro "piccolo" ma con la nostra smisurata passione che è sempre ben rappresentata dall'Osservatorio Astronomico (e Meteorologico) di Monte Romano di Brisighella!

giovedì 1 gennaio 2015

Eventi Astronomici Gennaio 2015

Il tuo giudizio : 
2 COMMENTA LA NOTIZIA
Buon anno a tutti gli affezionati.

Gli eventi del mese di gennaio :

LUNA :

     
5 Gennaio : ore 05:54 LUNA PIENA . Distanza dalla terra 395.544 km
13 Gennaio : ore 10:48 ULTIMO QUARTO . Distanza dalla terra 396.880 km
20 Gennaio : ore 14:14 LUNA NUOVA . Distanza dalla terra 358.511 km
27 Gennaio : ore 05:49 PRIMO QUARTO. Distanza dalla terra 381.293 km

IL SOLE : 
01 Gennaio : sorge alle 07:38 , tramonta alle 16:49. Lunghezza giorno 9 h 11 m
15 Gennaio : sorge alle 07:36 , tramonta alle 17:04. Lunghezza giorno 9 h 28 m
31 Gennaio : sorge alle 07:24 , tramonta alle 17:23. Lunghezza giorno 9 h 59 m

Piogge Meteoriche :                
 3-4 gennaio: Quadrantidi
Corpo progenitore: l'asteroide 2003 EH1, che forse
 corrisponde alla cometa C/1490 Y1.
Date attive: dall' 1 al 5 gennaio. 
Frequenza massima oltre 40 meteore/ora, con brevi picchi fino a 100 meteore/ora.
Illuminazione lunare:     Luna crescente , verso la fase di piena , per cui molto fastidiosa per le osservazioni                         
Pianeti :
Giove : Ad inizio mese , il pianeta più grande del sistema solare ,  sorge , direzione est , poco dopo le venti .  La sua luminosità , lo pone come astro dominante del mese ( mag -2.02 ) . A fine gennaio , potremo ammirarlo già poco dopo le 18 , sull'orizzonte est . La sua distanza media dal sole è di 778.34 milioni di km . Sempre di enorme fascino , il balletto dei suoi satelliti e l'apparire della grande macchia rossa .
Saturno : il secondo pianeta , per grandezza , del sistema solare , sorge in direzione est , circa 
3 h prima del sole  ,  inizia quindi a farsi vedere in modo assai interessante . 
Sul finire del mese , lo possiamo scorgere , sempre verso est , già poco dopo le 03 del mattino.....preparate i telescopi... ( mag 0.73 )La sua distanza media dal sole è di 1427 milioni di km.
Nettuno : uno dei due giganti di ghiaccio , lontanissimi da noi , è ancora visibile in prima serata ( con ausilio di telescopio , mag 7.76 ) , in direzione sud-ovest , già in fase di "tramonto"...
Già poco dopo la metà del mese , sarà difficile scorgerlo , ormai basso  nell'orizzonte sud-ovest. Il pianeta , dista mediamente dal sole 4497.3 milioni di km.
Urano : l'altro gigante ghiacciato , pure lui lontanissimo , dista dal sole 2900 milioni di km , sarà rintracciabile ( con telescopio , mag 6.16 ) in prima serata , direzione sud , nella costellazione dei pesci .  Li resterà tutto il mese , anticipando il suo tramonto , che a fine mese , sarà intorno alle 22:30 sull'orizzonte ovest . 
Venere : l'inospitale pianeta ,gemello della terra, ( distante mediamente dal sole appena 108 milioni di km ) , sarà difficilmente visibile nei primi giorni del mese , del mese , causa la sua vicinanza al sole . Andrà velocemente allontanandosi dal sole e    sarà visibile , subito dopo il tramonto , forte della sua spettacolare luminosità ( mag -3.35 ), verso sud ovest .  
Marte : il rosso  , grande circa la metà della terra ,  è visibile ad inizio mese , nella costellazione del capricorno  ,  basso sull'orizzonte sud-ovest . Passerà poi nell'aquario , ove resterà fino a fine mese , restando visibile sempre basso , sempre verso sud-ovest ( mag 1,39 ). Il pianeta rosso , dista mediamente dal sole 227,94 milioni di km.
Mercurio : il piccolo roccioso , che dista mediamente dal sole 57,9 milioni di km , non si farà vedere per la primissima parte del  mese ,  andando a "braccetto" con la nostra stella...andrà allontanandosi poi rapidamente  , e nelle migliori condizioni , dalla seconda decade , in direzione sud-ovest , dopo il crepuscolo , sarà visibile .(mag 2.58 )

Mappa del cielo


Altre configurazioni da non perdere
2 Gennaio . Congiunzione Luna-Aldebaran : una bella luna al 94% , è accompagnata nel suo viaggio notturno , dalla scintillante stella alfa del toro . Dopo il tramonto , direzione est , fino a tarda notte in direzione sud-ovest , potremo ammirare questa bella configurazione . 
4 Gennaio : Luna-Alhena ( stella y gemelli mag 1.90 ). splendente accoppiata , nella sera-notte del 4 gennaio , la luna quasi piena , avrà una bellissima stella al suo fianco , nel viaggio notturno , trattasi di Alhena , stella y dei gemelli , la troveremo alla destra della luna , fin dalle prime ore della sera , direzione est , al loro tramonto , verso ovest , troveremo già le prime luci dell'alba.
7 gennaio Luna-Giove. il gigante gassoso , terrà compagnia al nostro satellite , per tutta la notte , fin dalle prime ore della sera , verso est . tramonteranno in prima mattinata , quando il sole sarà già alto . 
8 Gennaio : spettacolare incontro ravvicinato , tra la luna e Regolo , la stella alfa del Leone.
Già poco dopo il suo sorgere ( a est ), dopo le 20 , il nostro satellite troverà alla sua sinistra visuale la bellissima stella del Leone ( e Giove osserva dall'alto.... ). tramonteranno entrambe , sempre a braccetto , a mattina inoltrata , con il nostro sole già dominante .
8-9-10-11 Gennaio : Mercurio e Venere ,  regaleranno spettacolo , subito dopo il tramonto , direzione sud-ovest , per 4 sere andranno "avvicinandosi" , restando molto bassi sull'orizzonte .
Impresa per gli appassionati e coadiuvati da condizioni favorevoli
16 Gennaio : splendido incontro ravvicinato , tra Saturno e il nostro satellite ( una piccola falce al 22% ).  Intorno alle 05 del mattino , questa splendida coppia di astri , grifferà i cieli prima dell'alba , ovviamente in direzione est.
19 Gennaio :  Direzione sud-ovest accattivante ( per difficoltà ) ,  congiunzione Marte-Nettuno. 
I due pianeti , già bassi in prima serata , si potranno avvistare dopo il tramonto del sole , sull'orizzonte sud-ovest.
21 Gennaio : Congiunzione Luna-Mercurio . difficilissima ( per gli appassionati ) congiunzione , subito dopo il tramonto , verso sud-ovest , il piccolo pianeta roccioso è idealmente affiancato da un sottilissima falce di luna crescente ( al 2% ) ....in bocca al lupo !!! Poco sopra , luminosissimo , Venere li segue silente
23 Gennaio : Luna-Marte . Marte-Nettuno .  In fase crescente , il nostro satellite al 14% ,  si mostra in compagnia del pianeta rosso .  Visibili , da subito dopo il tramonto in direzione sud-ovest. Pianeta rosso a sua volta accompagnato dal tramontante Nettuno.

Buon Anno e cieli sereni , possibilmente
Alfredo e Angelo