giovedì 29 ottobre 2015

Conferenza a Faenza su ROSETTA !

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
Segnaliamo a tutti i possibili interessati che questa sera

GIOVEDI' 29 OTTOBRE 
alle ore 21.00 
a FAENZA 
nella sala assemblee di Banca di Romagna-Gruppo Cassa di Risparmio di Cesena (via P.Costa 3) si terrà una interessante conferenza organizzata dall'Osservatorio sismologico casa museo R.Bendandi (curato della Prof.ssa Paola Pescerelli Lagorio).

Tema della Conferenza sarà :
ROSETTA, UNA MISSIONE EPOCALE.
IL VIAGGIO ATTRAVERSO I SUOI OCCHI "OSIRIS"

Relatore della conferenza Stefano Debei. Nel 1992 si laurea in Ingegneria Meccanica presso l'Università di Padova; nel 1996 è dottore di Ricerca in Scienze e Tecnologie spaziali del Centro di studi e attività spaziali "G.Colombo-Cisas", di cui oggi è vice direttore. 

Docente universitario in Ingegneria Meccanica, Aerospaziale ed Energetica, Stefano Debei è autore di oltre 130 pubblicazioni su riviste internazionali.

Pertanto dopo l'interessante mostra ospitata a febbraio al Palazzo Esposizioni di Faenza e realizzata in collaborazione con l'Agenzia spaziale italiana (Asi), l'Osservatorio sismologico Casa Museo Bendandi torna a divulgare in merito alla missione Rosetta.

La missione Rosetta è stata lanciata nel marzo 2004 dall'Agenzia spaziale europea (Esa) con l'obiettivo scientifico di studiare l'origine delle comete e le relazioni tra la loro composizione e la materia interstellare per comprendere le origini del sistema solare.

lunedì 26 ottobre 2015

Soho scopre la sua tremillesima cometa!

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
Per un astronomo, la scoperta di una cometa può essere il momento clou della vita. Le grandi comete portano nella storia il nome dei loro scopritori. La cometa di Halley, la cometa Lovejoy, la cometa Hale-Bopp sono solo alcuni esempi ....

Immaginate la frustrazione, però, se ogni volta che si scopre una cometa, questa rapidamente si distrugge.

Che ci crediate o no, questo è ciò che accade quasi ogni giorno per il cacciatore di comete più prolifico di tutti i tempi.

Il Solar and Heliospheric Observatory, meglio conosciuto come "SOHO", è un progetto congiunto dell'Agenzia spaziale europea (ESA) e la NASA. Orbita intorno al Sole a 1,5 milioni di km, ovvero 932,000 miglia dalla Terra e questo osservatorio così distante da noi ha appena scoperto la sua 3000a cometa, un numero esorbitante di oggetti è stato scoperto, più di quanto abbia mai fatto ogni altro veicolo spaziale e astronomo. Ma quasi tutti questi oggetti cometari scoperti da SOHO sono stati distrutti dal Sole.

"Si sono appena disintegrati non appena se ne osserva uno", ha detto Karl Battams, scienziato presso il Naval Research Labs a Washington DC, che è stato responsabile della gestione del sito web della cometa SOHO dal 2003. "SOHO vede le comete che passano molto vicino al Sole, e queste non possono sopportare la luce solare intensa."
 
 

La stragrande maggioranza delle comete scoperte da SOHO appartengono alla famiglia Kreutz. Le Sungrazers Kreutz sono frammenti derivanti dalla rottura di un'unica gigantesca cometa avvenuta migliaia di anni fa. Essi prendono il nome dall'astronomo tedesco del 19° secolo Heinrich Kreutz, che li ha studiati nei minimi dettagli. In media, viene scoperto ogni tre giorni un nuovo membro della famiglia di Kreutz. Purtroppo per queste piccole comete, le loro orbite sono tutte destinate a passare pericolosamente vicino al Sole.

"C'è solo una cometa di Kreutz che è sopravvissuta nel passaggio intorno al Sole, la Cometa Lovejoy ma siamo abbastanza certi che sia poi collassata un paio di settimane dopo", dice Battams.

Anche se le comete di SOHO vengono rapidamente distrutte, queste tuttavia hanno un grande valore scientifico. Ad esempio, le code delle comete vengono maltrattate e guidate dai campi magnetici del Sole. Osservando come la coda viene curvata e mossa si possono ricavare molte informazioni sul campo magnetico del Sole.

Prima del lancio di SOHO, nel 1995, solo una dozzina di comete erano state scoperte dallo spazio, mentre circa 900 erano state scoperte dalla Terra fin dal 1761. SOHO ha ribaltato la situazione di queste cifre, divenendo il più grande cacciatore di comete di tutti i tempi.

Ma SOHO non ha raggiunto solo questo podio. La navicella spaziale è supportata da una schiera di persone che setacciano i suoi dati costantemente. Chiunque può aiutare perché le immagini di SOHO sono liberamente disponibili on-line in tempo reale. Molti astronomi dilettanti volontari eseguono la scansione dei dati su base giornaliera per verificare i segni di una nuova cometa. Il risultato: il 95% delle comete SOHO sono state trovate da scienziati "civili".

Ogni volta che qualcuno individua una cometa, lo segnala a Battams. Si allega quindi l'immagine per confermare l'avvistamento e poi lo si invia al Central Bureau for Astronomical Telegrams, che gli assegna un nome ufficiale.

E il nome è ... avete indovinato: "SOHO".

Mentre le comete avvistate da Terra prendono il nome della persona che per prima l'ha scoperta, le comete osservate da un telescopio spaziale prendono il nome dal veicolo spaziale. La tremillesima cometa che Soho ha scoperto è stata chiamata "SOHO-3000."

Naturalmente, si è già distrutta. SOHO però non si scompone ed il più grande scopritore di comete si è già concentrato sul prossimo oggetto Sungrazer.

"SOHO-4000," arriverà presto?

Astronauta italiano Maurizio Cheli a Lugo

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA


Venerdì 6 novembre
ore 21.00
presso Hotel Ala d’Oro
In collaborazione con “Gruppo Astrofili Antares”
e “Associazione Arma Aeronautica di Lugo”

 a Caffè Letterario di Lugo

sarà ospite l'astronauta italiano
 MAURIZIO CHELI
per presentare il proprio libro
tutto-in-un-istante.png

“Tutto in un istante”
(Bologna, Minerva Edizioni, 2015)

Introduce Enrico Montanari 
(direttore dell'Osservatorio Astronomico di Monteromano)
 
 Sarà presente l’autore

Pilota sperimentatore, astronauta (nel 1996 a bordo dello Space Shuttle Columbia partecipa alla missione STS-75 Tethered Satellite in cui ricopre, primo italiano, il ruolo di Mission Specialist) e infine imprenditore, Maurizio Cheli condivide volentieri le sue esperienze nell'ambito di conferenze e seminari aziendali. In questo libro, unico nel suo genere, egli narra, con il tono di un amico che vi racconta una storia, le tappe fondamentali del suo incredibile percorso professionale.

martedì 6 ottobre 2015

Secondo VENERDI' del mese al LICEO di LUGO !

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
Si apre VENERDI' 9 OTTOBRE il nuovo tradizionale ciclo di appuntamenti serali presso il LICEO di LUGO, straordinaria sede che ci ospita da sempre rinnovando una collaborazione trentennale che ha dato grandi frutti.

Anche quest'anno l'appuntamento è confermato al SECONDO VENERDI' di ogni mese (salvo eventi imprevisti) e sarà occasione di incontro e di scambio di news, informazioni e approfondimenti tra i soci ANTARES e il pubblico che vorrà intervenire liberamente partecipando e sottoponendo quesiti ed argomenti.

Sarà occasione di racconti e di visione di filmati e immagini sul grande schermo accompagnando con il commento e le eventuali spiegazioni gli argomenti trattati.

I temi saranno le news del mese o di attualità, il cielo del mese e anche le previsioni meteo a cura di METEOROMAGNA.COM che rinnova il piacevole e appassionato connubio con il Gruppo Astrofili Antares di Romagna

Un anno speciale il 2015 per l'Astronomia e anche per il Gruppo ANTARES che vede grandi eventi astronomici e accessi record presso l'osservatorio astronomico di Monte Romano di Brisighella dove la stagione estiva ha offerto stupende serate ad una piacevole moltitudine di visitatori.

Quindi non mancate di essere presenti alle serate del LICEO di LUGO perchè le sorprese di ANTARES non finiscono mai !

e come lo scorso anno le ultime AVVERTENZE :

L'associazione degli astrofili ANTARES è contagiosa!!! 
Se avete intenzione di annoiarvi... 
restate pure a casa !          :-)

venerdì 2 ottobre 2015

Sempre il Sole a tener banco : eruzioni show

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
Le notizie relative all'attività solare si rincorrono...

REGIONE DI INTERAZIONE IN CO-ROTAZIONE: i previsori NOAA stimano una probabilità del 40% di tempeste geomagnetiche polari verso il 2 ottobre quando è previsto che una regione di interazione co-rotante (CIR) potrebbe interessare il campo magnetico terrestre. 

http://sdowww.lmsal.com/sdomedia/h264/2015/09/30/SSW_cutout_20150930T0400-20150930T1430_AIA_304-193-171_S05W65.movLe CIR sono zone di transizione tra flussi di vento solare in rapida e lenta rotazione. 

Il plasma del vento solare si accumula in queste regioni e provoca la produzione di onde d'urto che possono generare scintillanti aurore.

ERUZIONE SCURA DI PLASMA DIRETTA VERSO LA TERRA : il 30 settembre, un pennacchio di plasma scuro si è innalzato ed aumentato di dimensioni dal lato occidentale del Sole ed è esploso. 
 Il Solar Dynamics Observatory della NASA ha registrato l'esplosione come si può vedere nel filmato accessibile tramite il link sulla foto.


I falsi colori nel filmato corrispondono a differenti lunghezze d'onda di radiazioni a raggi ultravioletti (EUV). I verdi e i gialli indicano gas caldo. Il plasma in eruzione sembra essere rosso scuro perché era più freddo e più denso di quello circostante.I frammenti del pennacchio sono volati lontano dal Sole, formando il nucleo di una luminosa espulsione di massa coronale (CME): vedasi filmato.  

C'è la possibilità che il CME possa portare un colpo di striscio al campo magnetico terrestre verso il 3 ottobre. In tal caso, l'impatto sarà in grado di causare tempeste geomagnetiche di classe G1.

giovedì 1 ottobre 2015

Eventi astronomici di Ottobre 2015

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
Diamo uno sguardo ai principali eventi astronomici del mese di Ottobre 2015! 


Una spettacolare foto del cielo notturno fotografato durante tutta una notte

Il Sole


1 Ottobre: sorge alle 07:11
transita alle 13:03
tramonta alle 18:55
durata del giorno 11 ore e 44 minuti

15 Ottobre: sorge alle 07:28
transita alle 12:59
tramonta alle 18:30
durata del giorno 11 ore e 02 minuti

30 Ottobre: sorge alle 07:48
transita alle 12:57
tramonta alle 18:05
durata del giorno 10 ore e 17 minuti



La Luna




04 Ottobre, h 23:06 - Ultimo quarto
11 Ottobre, h 15:21 - Luna all'apogeo (406.380 km)
13 Ottobre, h 02:10 - Luna nuova
20 Ottobre, h 22:34 - Primo quarto
26 Ottobre, h 15:04 - Luna al perigeo (358.514 km)
27 Ottobre, h 14:08 - Luna piena





I pianeti


Mercurio - Il pianeta più vicino al Sole resterà inosservabile durante i primi giorni di Ottobre, ma verso metà mese potrà essere osservato a Est una mezz'ora prima dell'alba, raggiungendo la massima elongazione ovest la mattina del 16. Il pianeta poi si riavvicinerà giorno dopo giorno al Sole, divenendo via via sempre più difficilmente osservabile. Il pianeta permarrà per tutto il mese nella costellazione della Vergine.


Venere - Venere anticipa il Sole nel suo sorgere rivelandosi in tutto il suo splendore sempre con maggiore anticipo durante la notte inoltrata, anche se verso metà mese inizierà a sorgere via via più tardi, riavvicinandosi progressivamente al Sole ma restando sempre ben visibile nell'ultima parte della notte. Il 26 mattina raggiunge la massima elongazione ovest. Nei primi giorni del mese passerà dalla costellazione del Leone a quella della Vergine.

Marte - Il pianeta rosso sarà visibile per tutto il mese nella costellazione del Leone, dove anticiperà sempre di più il momento di levata a notte inoltrata.

Giove - Il gigante gassoso si comporterà esattamente come Marte, permanendo per tutto il mese nella costellazione del Leone e anticipando sempre di più la sua levata.

Saturno - Il "Signore degli anelli" anticipa ormai sempre più il suo tramonto, rimanendo osservabile per non molto tempo dopo il tramonto del Sole e praticamente sparendo definitivamente alla fine del mese. Continua il suo moto retrogrado, tanto che nella seconda metà del mese transiterà nella costellazione dello Scorpione dopo aver sostato per parecchio nella Bilancia.

Urano - Il pianeta Urano sarà osservabile molto bene durante tutta la notte per tutto il mese all'interno della costellazione dei Pesci: a inizio mese sorgerà in corrispondenza al tramonto del Sole, e per tutto il mese anticiperà la levata e il tramonto: il 12 Ottobre si troverà in opposizione.

Nettuno - Nella costellazione dell'Acquario, anche per Nettuno si assisterà ad un progressivo anticiparsi della levata e del tramonto, ma sarà osservabile per buona parte della notte.



Congiunzioni

La congiunzione quasi lineare tra Venere, Marte, Giove e la Luna, visibile prima dell'alba dell'8 Ottobre a Est!

08 Ottobre, h 06:00 - Venere in congiunzione con la Luna, Marte e Giove
09 Ottobre, h 06:00 - Marte in congiunzione con la Luna e con Giove
12 Ottobre, h 06:05 - Urano in opposizione
16 Ottobre, h 05:31 - Mercurio in massima elongazione ovest ( 18.12°)
16 Ottobre, h 19:00 - Luna in congiunzione con Saturno

Congiunzione Luna-Saturno, visibile a Sud Ovest dopo il tramonto del 16 Ottobre

18 Ottobre, h 06:00 -  Marte in congiunzione con Giove
26 Ottobre, h 06:00 - Venere in congiunzione con Giove

Venere in congiunzione con Giove, prima dell'alba del 26 Ottobre in direzione Est Sud-Est!

26 Ottobre, h 08:44 - Venere in massima elongazione ovest ( 46.44°)


Sciami meteorici con picco d'intensità nel mese di Ottobre

1)Orionidi, sciame meteorico previsto tra il 02 Ottobre e il 07 Novembre con picco il 21 Ottobre, con 23 meteore l'ora che sfrecciano a 66 km/s. Queste meteore, veloci e non particolarmente brillanti, sono state scoperte da A.S.Herschel, che ne determinò il radiante nel 1864. Il radiante è largo e dà l'impressione di "spostarsi" un po' di sera in sera. Queste meteore derivano dalla scia lasciata dalla cometa di Halley, e la quantità di meteore varia di anno in anno, a seconda dello spessore del campo di detriti incontrato dalla Terra.


Altri sciami meteorici che hanno già raggiunto/devono ancora raggiungere la massima intensità sono costituiti da:


1)Tauridi Nord, previste tra il 20 Ottobre e il 25 Novembre;
2)Tauridi Sud, previste tra il 20 Ottobre e il 25 Novembre.




Carte del cielo del mese di Ottobre

Carta del cielo del 01 Ottobre 2015, ore 23:00

Carta del cielo del 15 Ottobre, ore 23:00