mercoledì 29 giugno 2016

Il pianeta Saturno fotografato dall'Osservatorio di Monteromano

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA


Sabato 25 giugno è stata una bellissima giornata di Astronomia, è stato davvero sorprendente vedere quanti appassionati sono stati richiamati dalla "Notte dei Pianeti" e dalla sete di infinito che un cielo magnifico è riuscito a colmare in tantissimi di noi! Vogliamo ringraziare tutti per la magnifica serata trascorsa, soci e visitatori, e allora vi postiamo uno scatto (© Antares)  eseguito poche ore prime, dedicato a voi!

Alle ore 01.00 di sabato mattina avevo effettuato una serie di scatti del pianeta Saturno, che in questi 2 anni presenterà al meglio, per il pianeta Terra, il suo sistema di anelli.
Per effettuare lo scatto è stata utilizzata una reflex Nikon D5000, collegata al telescopio Diemme con focale 10.000 mm. Per ottenere la foto sono state sommate 350 pose, unite con una tecnica di stacking, e processate con Registax, un software specifico.
Bisogna poi ringraziare Roberto Baldini per l'editing finale che completa questa magnifica visione del Signore degli Anelli!

Insieme ad Antares!

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
Vi sveliamo i numeri che hanno reso così imponente la serata aperta al pubblico del 25 Giugno: potenza di Facebook e del passaparola, certamente, che in questa occasione hanno permesso di raggiungere dei record assoluti per la nostra associazione, che hanno stupito (in positivo) tutti noi!
Innanzitutto, siete stati tantissimi!

Oltre 600 presenze stimate (per difetto) durante l'arco di tutta la serata, con visitatori di tutte le età e provenienti anche da lontano apposta per l'occasione, appassionati di astronomia o semplici curiosi!
Impressionanti sono anche i dati fornitici dalle statistiche di Facebook, per quanto riguarda l'evento "La notte dei pianeti": 
549 "parteciperò"; 
4.335 "mi interessa"; 
1.130 "invitati" da voi;
Un totale di oltre 5500 risposte sull'evento;
16.000 visualizzazioni della pagina dell'evento
e... 187.000 persone che hanno visto apparire l'evento su Facebook!!!!!!

Questi dati, già enormi di per sé, lo sono ancora di più considerando che l'evento è divenuto "virale" in autonomia (visto che noi non paghiamo Facebook per "spingere" la diffusione dei nostri post ed eventi), il che significa che c'è molto interesse sull'argomento astronomia e dintorni: già questo basterebbe ad renderci felicissimi!
Voi avete fatto il resto, ricoprendoci letteralmente di ringraziamenti e di complimenti sia l'altra sera in osservatorio sia dopo su Facebook: siete la nostra benzina, e vedervi così contenti ci fa capire che i nostri sforzi sono tutti andati a buon fine e ci spinge a fare del nostro meglio, a cercare di migliorarci ulteriormente per il futuro!


Vogliamo approfittare quindi di questo spazio per lanciare un appello a tutti voi: dietro alle serate come quella di ieri sera, c'è il lavoro volontario di persone che fanno le cose più disparate nella vita (che non hanno quasi mai niente a che fare con l'astronomia), ma che sono tutte accomunate da una cosa: la passione per le meraviglie che il cielo ci offre!
Purtroppo le nostre risorse (umane ed economiche) sono sempre "risicate" e, come associazione, siamo sempre aperti ad accogliere nuovi amici che diano una mano per portare avanti le attività... se qualcuno, tra voi che avete partecipato ieri sera o che ci seguite qui su Facebook, fosse interessato a far parte della nostra squadra, non esiti a farcelo sapere! Una cosa che non tutti sanno è che non serve avere strumenti ottici o conoscenze approfondite in campo astronomico per entrare a far parte dell'associazione Antares; unici "requisiti" sono una grande passione e curiosità verso l'astronomia e il desiderio di condividerla con altre persone!

"Uncle Antares" vuole proprio te!


A presto, e...cieli sereni a tutti quanti voi!

venerdì 24 giugno 2016

Riapertura al pubblico dell'osservatorio astronomico di Monteromano

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
Dopo l'annullamento delle prime due aperture al pubblico a causa dell'incessante maltempo che ci ha funestati, eccoci pronti a ripartire con il terzo appuntamento previsto da calendario, sabato 25 Giugno dalle ore 21:30.

L'osservatorio astronomico di Monteromano sotto una maestosa Via Lattea, in un meraviglioso scatto di Luca Concas

INGRESSO LIBERO PER TUTTI (E' GRADITA UN'OFFERTA PER SOSTENERE L'ATTIVITA' DEI VOLONTARI E LA STRUTTURA RESA DISPONIBILE).

La serata sarà dedicata ai tre pianeti visibili in cielo anche ad occhio nudo in questo periodo: Giove, Marte e Saturno.

Sarà possibile poi osservare le costellazioni primaverili (che si avviano verso il tramonto) e quelle estive (che iniziano mostrarsi più evidentemente insieme alla Via Lattea), imparando a districarsi e ad orientarsi tra le moltissime stelle del cielo di Monteromano, grazie a un vero e proprio tour delle costellazioni attraverso il quale potrete "toccare con mano" gli asterismi ed ascoltare tante interessanti storie sulle stelle; sarà inoltre possibile assistere ad una descrizione dei principali oggetti del cielo video-proiettata in sala panoramica, utile ancora di più nel caso di parziale mal tempo; sarà possibile puntare i principali oggetti del cielo con il grande telescopio dell'associazione, il nostro amato "DIEMME", e ci saranno a disposizione nel piazzale telescopi e binocoli ulteriori messi a disposizione dai singoli soci che avranno il piacere di mostrarvi gli stessi o ulteriori oggetti del cielo. 

Sì cercherà di puntare anche una serie di oggetti del cielo profondo, ad esempio M13, M92, M3, M51, M101, M57, che daranno il loro meglio dalle 23 in poi, quando il cielo avrà raggiunto un buio ideale.

La serata è a ingresso libero, ma è sempre gradita una donazione per le attività dell'osservatorio, che mette a disposizione anche un angolo "gadgets" (fotografie di corpi celesti scattate dai soci, calendari personalizzati, etc) disponibili per gli avventori curiosi ed interessati.

Invitate tutti i vostri amici e, se volete divertirvi passando una serata diversa dal solito, riscoprendo la meraviglia offertaci quotidianamente dal cielo notturno, venite in osservatorio!

Occhio al meteo, fate sempre riferimento al nostro blog o ai nostri social: in caso di comunicazioni verranno pubblicate news last-minute!

Naturalmente come sempre vi consigliamo un abbigliamento "a cipolla", poiché l'osservatorio si trova a 765 metri di quota e anche in piena estate le temperature possono essere rigide: meglio scoprirsi una volta arrivati, che non avere di che coprirsi!

Inutile dirvi quanto aspettavamo il momento di ricominciare con le attività in osservatorio astronomico a Monte Romano, soprattutto sopo i primi due passi falsi dovuto al meteo: non vediamo davvero l'ora di dare il via alle serate di apertura al pubblico, non vediamo l'ora di condividere con voi le meraviglie del nostro cielo da un punto di vista così privilegiato.

ATTENZIONE: nella struttura non è presente un parcheggio, né è possibile accedere al piazzale dove sorge l'osservatorio con qualsiasi automezzo!


Noi vi aspettiamo (carichi come al solito)... voi ci sarete?

sabato 11 giugno 2016

ATTENZIONE: ANNULLAMENTO APERTURA AL PUBBLICO DEL 11 GIUGNO

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
ATTENZIONE:

l'evento previsto per stasera all'osservatorio astronomico di Monteromano ("Quarto di Luna con pianeti") è ANNULLATO a causa delle condizioni meteo sfavorevoli che impediranno osservazioni del cielo di qualsiasi tipo.

Pertanto non ci resta che, con estremo dispiacere, annullare l'evento previsto per la serata odierna: ci rivediamo sabato 25 Giugno, sempre in osservatorio, per la prossima apertura, "La notte dei pianeti"!

mercoledì 1 giugno 2016

Il cielo del mese: giugno 2016

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
Diamo uno sguardo ai principali eventi astronomici del mese di giugno 2016!



Il Sole

Il Sole, fotografato da Alfredo Lolli e Matteo Reggidori



01 giugno: sorge alle 05:33
transita alle 13:11
tramonta alle 20:50
durata del giorno 15 ore e 17 minuti
distanza dalla Terra alle 12:00: 1.014182562 U.A.


15 giugno: sorge alle 05:30
transita alle 13:14
tramonta alle 20:59
durata del giorno 15 ore e 29 minuti
distanza dalla Terra alle 12:00: 1,015820736 U.A.

21 giugno, h 00:34: Solstizio d'estate!

31 giugno: sorge alle 05:34
transita alle 13:17
tramonta alle 21:01
durata del giorno 15 ore e 27 minuti
distanza dalla Terra alle 12:00: 1,016694761 U.A







La Luna

La Luna, fotografata da Alfredo Lolli e Matteo Reggidori

03 giugno, h 12:43 - Luna in perigeo (361.138 km)

04 giugno, h 18:29 - Luna nuova

11 giugno, h 21:07 - Luna al primo quarto

15 giugno, h 13:46 - Luna all'apogeo (405.025 km)

20 giugno, h 00:24 - Luna piena

27 giugno, h 09:05 - Luna all'ultimo quarto


I pianeti


Mercurio - Difficile da osservare per tutto il mese, visibile al meglio nella prima metà di giugno, a Est, subito prima dell'alba. Sole, il 5 sarà in massima elongazione Ovest.
Nella notte tra il 6 ed il 7 giugno passa dall'Ariete al Toro, mentre la mattina del 30 entra nei Gemelli. Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 1,014 U.A. (151.692.240,890 km );

Venere - Venere sarà quasi impossibile da osservare a causa delle sua vicinanza con il Sole nel cielo: a fine mese potrebbe essere scorto (a patto di avere un orizzonte veramente sgombro) subito dopo il tramonto, a Ovest, bassissimo sull'orizzonte.
Il 6 giugno sarà in congiunzione superiore.
Lo troviamo nel Toro; il 18 entra nei Gemelli, dove permarrà fino alla fine del mese.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 1,733 U.A. (259.253.109,923 km);

Marte - Il Pianeta Rosso, anticipa notevolmente la sua levata durante tutto Maggio, arrivando alla fine del mese a sorgere e tramontare due ore prima rispetto all'inizio dello stesso, e così facendo anticipa di molto anche il momento in cui è osservabile al meglio, che se ad inizio mese era intorno la mezzanotte, a fine giugno sarà poco prima delle 22.
Troveremo Marte per tutto il mese nella costellazione della Bilancia.
Il 15 Maggio, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 0,523 U.A. (78.239.686,376 km);

Giove - Il Gigante gassoso si comporta esattamente allo stesso modo di Marte, anticipando la levata e  dunque anche il tramonto: lo vedremo, appena fa buio, avviato verso il tramonto, che a inizio mese avverrà poco dopo le 2, mentre a fine del mese non molto dopo la mezzanotte!
Il 4 Giugno sarà in quadratura.
Lo troveremo per tutto Maggio nella costellazione del Leone.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 5,517 U.A. (825.331.452,652 km);

Saturno - Il Signore degli Anelli sarà presente nei nostri cieli, durante buona parte della notte, anticipando giorno dopo giorno il suo sorgere. A inizio mese sorgerà già prime delle 21, mentre a fine mese raggiungerà il momento di migliore osservabilità poco dopo le 23, cominciando ad essere più accessibile anche per gli osservatori che non possono fare tardi!
Peraltro, fine maggio/inizio giugno sarà sicuramente il periodo migliore per le osservazioni di Saturno, il quale il 3 giugno si troverà in opposizione!
Saturno stazionerà nella grande costellazione di Ofiuco.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 9,036 U.A. (1.351.766.359,645 km);

Urano - Urano rimane fermo nella costellazione dei Pesci, osservabile al telescopio con qualche difficoltà ad est, nel cielo mattutino, meglio verso la fine del mese quando sorgerà poco dopo l'1:30.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 20,437 U.A. (3.057.331.683,496 km);

Nettuno - Il pianeta Nettuno, ospite fisso nella costellazione dell'Acquario, appare in cielo ad Est /Sud-Est intorno alle 2 di notte, anticipando la sua levata giorno dopo giorno: per vederlo però è necessario un buon telescopio, e bisognerà aspettare ancora almeno un paio di mesi per poterlo vedere al meglio!
Il 2 giugno Nettuno raggiungerà la quadratura.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 29,721 U.A. (4.446.198.315,075 km).



Congiunzioni

Congiunzione tra Giove (a sinistra) e Venere (a destra) del Giugno 2015. Foto di Alfredo Lolli e Matteo Reggidori.


-11 giugno, h 21:30 - Congiunzione Luna-Giove


-12 giugno, h 21:30 - Congiunzione Luna-Zavijava (Beta Virginis)


-13 giugno, h 24:00 - Congiunzione Luna-Porrima (Gamma Virginis)


-19 giugno, h 24:00 - Congiunzione Luna Saturno



Sciami meteorici con picco d'intensità nel mese di giugno



















1)Omega Scorpidi: sciame parte delle Scorpidi-Sagittaridi, attivo dal 24 maggio al 13 giugno, produce meteore lente e di debole luminosità, con qualche bolide occasionale. Con un ZHR di 2 questo sciame raggiungerà il proprio picco il 02 giugno, con le migliori condizioni di osservabilità;

2)Tau Erculidi: sciame attivo dal 19 maggio al 14 giugno, originato dalla cometa periodica 73P/Schwassmann-Wachmann, nota anche come cometa Schwassmann-Wachmann 3. Questo sciame avrà il radiante alto sull'orizzonte, e raggiungerà il picco il 03 giugno, in ottimali condizioni di osservabilità, con un ZHR di 2 con possibilità di incrementi non prevedibili;

3)Chi Scorpidi: sciame attivo dal 27 maggio al 20 giugno, parte del sistema complesso delle Scorpidi-Sagittaridi, che produce meteore lente, di debole luminosità, ma con bolidi occasionali, sono state originate probabilmente dall'oggetto 1996 JG. Il radiante delle chi Scorpidi, osservabile per tutta la notte, culminerà alle ore 01 circa ad oltre 35° di altezza, con picco il 05 giugno, in un momento di ottima osservabilità con un ZHR atteso di 2;

4)Gamma Sagittaridi: sciame attivo dal 27 maggio al 13 giugno, anch'esso parte del sistema complesso delle Scorpidi-Sagittaridi.  Raggiungerà il picco il 06 giugno, con le migliori condizioni di osservabilità data l'assenza della Luna e un ZHR atteso di 2. Il radiante delle gamma Sagittaridi, osservabile dalla mezzanotte in poi, resterà sempre molto basso sull'orizzonte (non oltre 20° di altezza);

5)Gamma Delfinidi di giugno: sciame attivo dal 09 al 14 giugno, originato dalla cometa periodica 73P/Schwassmann-Wachmann, nota anche come cometa Schwassmann-Wachmann 3. Il radiante delle gamma Delfinidi, osservabile tutta la notte, sarà alla massima altezza all'alba ad oltre 60°; il picco, previsto in ottime condizioni di visibilità per l'11 giugno, avrà un ZHR di 2;

6)Xi Dragonidi: sciame attivo dal 02 al 23 giugno, con un radiante osservabile tutta la notte, il quale culminerà verso le ore 02 a quasi 80° di altezza. Il picco, raggiunto la notte del 16 Giugno, è atteso con uno ZHR di 4, anche se nella prima parte della nottata la presenza della Luna sarà di disturbo per le osservazioni;

7)Liridi di giugno: sciame attivo dal 09 al 24 giugno, probabilmente legato alla cometa C/1915 C1 Mellish. Questo sciame presenta un'attività non costante con meteore di debole luminosità, ed il suo radiante, osservabile tutta la notte, culminerà verso le ore 02 ad oltre 80° di altezza. Il picco è previsto per il 16 giugno, con uno ZHR atteso di oltre 10, anche se la Luna disturberà la prima parte della nottata;

8)Aquilidi di giugno: sciame attivo dal 01 giugno al 20 luglio, forse legato alla cometa 1618 II. Il radiante delle Aquilidi, osservabile tutta la notte, culminerà verso le ore 03 ad oltre 45° di altezza. Il picco, atteso per il 16 giugno, presenta un ZHR atteso di 6, ma la Luna disturberà le osservazioni nella prima parte della notte;

9)Theta Ofiuchidi (o Ofiuchidi di giugno): sciame attivo dal 02 giugno al 02 luglio, parte più cospicua del sistema complesso Scorpidi-Sagittaridi, forse legato alla cometa D/1770 L1 ("cometa Lexell"). Il radiante delle theta Ofiuchidi, osservabile tutta la notte sempre basso sull'orizzonte, culminerà verso le ore 01 a quasi 25° di altezza. La notte del 16 giugno si darà il picco, con un ZHR atteso di 4, anche se la Luna disturberà le osservazioni nella prima parte della notte.

10)Gamma Draconidi di giugno: attivo dal 07 al 30 giugno, si tratta di uno sciame poco conosciuto confermato fotograficamente. Il radiante delle gamma Draconidi, osservabile tutta la notte, culminerà verso le ore 01 a quasi 85° di altezza. Il picco, previsto per il 17 giugno, ha un XHR atteso di 4, e la presenza della Luna nella prima parte della serata sarà di disturbo per le osservazioni;

11)Lambda Sagittaridi: attivo dal 01 giugno al 16 luglio, questo sciame è parte del sistema complesso delle SCO-SGR: sono dette anche semplicemente Sagittaridi (SAG). Lo sciame presenta un radiante diffuso con più massimi, ed è costituito da meteore luminose. Il radiante delle Lambda Sagittaridi, osservabile tutta la notte sempre basso sull'orizzonte, culminerà verso le ore 02 a quasi 25° di altezza. Quest'anno il picco sarà la notte del 19 giugno, con uno XHR previsto di 2: la Luna piena renderà però estremamente sfavorevole l'osservazione di questo sciame!

12)Bootidi di giugno: attive dal 22 giugno al 03 luglio, le Bootidi di giugno sono legate alla cometa Pons-Winnecke: presentano outburst saltuari di lunga durata, di cui il più recente nel 1998. Il radiante delle Bootidi di giugno, osservabile tutta la notte, sarà alla massima altezza a oltre 80° sopra l'orizzonte dopo il crepuscolo serale e via via calante fino all'alba. La notte del 27/28 giugno di maggiore attività quest'anno sarà favorevole all'osservazione, in quanto la Luna non avrà modo di disturbare la visibilità del fenomeno. Il ZHR atteso è di 2;

13)Rho Sagittaridi: attivo dal 15 giugno all'08 luglio, questo sciame è parte del sistema complesso delle Scorpidi-Sagittaridi confermato fotograficamente e da riprese video. Il radiante delle Rho Sagittaridi, osservabile tutta la notte, culminerà verso le ore 02 a circa 30° di altezza. La notte del 28/29 giugno di maggiore attività quest'anno sarà totalmente favorevole all'osservazione, con un ZHR atteso di 2;

14)Tau Acquaridi: attivo dal 19 giugno al 05 luglio, le Tau Acquaridi presentano un radiante difficile da studiare per le nostre latitudini a causa della sua scarsa altezza sull'orizzonte: esso sarà osservabile dalle ore 02 fino all'alba quando si troverà ad oltre 30° sopra l'orizzonte. La notte del 29/30 giugno di maggiore attività quest'anno sarà favorevole all'osservazione, con un ZHR atteso di 2.


Altri sciami meteorici che hanno già raggiunto/devono ancora raggiungere la massima intensità sono costituiti da:

1)Eta Ofiuchidi (dal 09 aprile al 16 giugno con picco il 12 maggio);

2)Vulpidi

3)Pegasidi (dal 29 giugno al 13 luglio, con picco il 10 luglio)

4)Beta/Sigma Capricornidi (dal 16 giugno al 31 luglio, con picco il 12 luglio)

5)Aquilidi di luglio (dal 28 giugno al 05 agosto, con picco il 17 luglio)



Carte del cielo del mese di giugno


Il cielo del 01 giugno delle ore 23

Il cielo del 15 giugno delle ore 23